WiFi Italia, arriva il progetto di una rete nazionale gratuita

WiFi Italia

WiFi Italia è un progetto creato in collaborazione con Mise e Mibact che punta a creare una copertura di rete WiFi che vada da Nord a Sud

project adv

Arriva oggi il progetto WiFi Italia realizzato dal ministero dello Sviluppo Economico, da quello dei Beni Culturali e dall’Agenzia per l’Italia Digitale che ha come obiettivo principale quello di garantire una copertura di rete gratuita da Nord a Sud.

Hanno aderito a questa iniziativa città come Roma, Milano, Firenze, Prato, Trento, Emilia Romagna e Toscana ma, molto presto, si aggiungeranno anche altri enti pubblici e, successivamente, le stazioni.

Basterà scaricare l’app di WiFi Italia sul cellulare ed effettuare la registrazione per avere, a disposizione di cittadini e turisti, l’accesso libero e gratuito al WiFi in modo semplice ed efficace e di usufruire dei servizi centralizzati o locali che saranno messi a disposizione quali informazioni, consultazione di contenuti ecc.

Dopo essersi registrati,  per i cittadini italiani che già sono in possesso di un account Spid l’accesso è automatico, per tutti gli altri utenti, invece, la procedura di registrazione prevede una fase di identificazione inserendo i propri dati anagrafici.

WiFi Italia è uno strumento indispensabile

Queste le parole di Dario Franceschini, ministro dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo :“Trovo che la nuova app WiFi Italia sia uno strumento indispensabile per il turismo. Siamo in ritardo con il processo di digitalizzazione del nostro Paese e a questo punto è importante insistere affinché le nostre strutture ricettive siano competitive con il resto del mondo, anche per quanto riguarda i servizi. Non a caso stiamo stimolando tutti i musei italiani ad essere più presenti sulla rete, con dei siti web aggiornati e interattivi”.

“Può essere uno straordinario strumento– ha aggiunto Franceschini-  per realizzare i nostri progetti nell’ottica di governare la crescita di un turismo in aumento esponenziale e far sì che l’Italia sia sempre più meta di un turismo colto, sostenibile, intelligente e non mordi e fuggi. E al quale si può indicare dove c’è l’eccellenza, di arte come di cibo o shopping, accompagnandolo durante l’esperienza di viaggio. E’ solo un inizio, ma l’inizio di un percorso affascinante per il nostro paese”.

“I vantaggi ci sono pure per Comuni, Città metropolitane e Regioni. Oggi – ha spiegato  il sottosegretario allo Sviluppo economico Giacomelligrazie alla presenza di reti Wi-Fi pubbliche conosciamo i singoli luoghi frequentati dai turisti. Creando, come abbiamo fatto, una federazione di reti, a cui il cellulare si aggancia in automatico, riusciremo a sapere quale itinerario seguono i turisti, capiremo come si muovono in città, tutte informazioni che potranno tornare utili ai decisori politici per capire come migliorare la vita ai turisti e quali correttivi porre ai problemi”.

 

Video del giorno