Wired Next Fest, ecco i temi e gli ospiti del 2018



wired

È iniziato oggi il Next Fest, il festival di Wired: ecco le tematiche, il programma e gli ospiti dell’edizione di quest’anno

Dal 25 al 27 maggio va in scena il Wired Next Fest presso i Giardini Indro Montanelli di Milano. Il festival già da diversi anno è un importante evento fisso per gli appassionati di tecnologia, scienza e cultura. Focus particolare, quest’anno, sarà lo sviluppo delle intelligenze artificiali, sempre più presenti nelle nostre vite e nella Internet of Things entrata ormai nella vita quotidiana degli utenti.

Tantissime le tematiche affrontate, dalla gender equality agli sviluppi del web e della privacy, dal porno all’astronomia. Il tutto con ospiti con provenienze molto diverse, da Casaleggio a ZeroCalcare, passando per l’astronauta Paolo Nespoli e la troupe della sitcom Boris.

Ecco il programma completo

  • Venerdì 25 maggio: 11.30 #Genderquality con Laura Boldrini – 15.30 A.I intelligenze artistiche con Kate Crawford + Travor Paglen – 16.15 I contorni della realtà con Zerocalcare – 18.45 Sono tornato (dallo spazio) con Paolo Nespoli;
  • Sabato 26 maggio: 12.00 Le società del futuro con Davide Casaleggio – 14.30  20 anni di Mozilla per costruire un web diverso con Mitchell Baker – 15.00 Addio fottuti musi gnigni con The Jackal – 16.00 Il porno è ovunque con Stoya – 17.00 da Leonardo a Steve Jobs: l’uomo che racconta i geni di Walter Isaacson;
  • Domenica 27 maggio: 11.30 Contaminazioni classiche con Riccardo Chailly  – 12.00 Paola Cortellesi, Riccardo Milani, Nicola Maccanico – 15.30 Mentre tutto scorre con i Negramaro – 16.00 Contaminazione continua, da Nassirya alla Croce Rossa con Barbara Contini – 16.30 La mia battaglia per il futuro con Chelsea Manning – 17.45 Boris 11 anni dopo con Mattia Torre, Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo, Alessandro Tiberi, Caterina Guzzanti, Carolina Crescentini.

Non mancano i concerti: quest’anno si esibiranno sul palco Jungle, Calibro 35, Robin Schulz, e Gemitaiz.

Saranno sicuramente tre giorni stimolanti, che confermeranno la grande importanza di Wired nello sviluppo presso il grande pubblico di tematiche e mondi rimasti troppo spesso appannaggio di pochi interessati ed addetti ai lavori.

Leggi anche