X Files 10×05 – Babilonia – Analisi e Curiosità

Prima PaginaX Files 10×05 - Babilonia - Analisi e Curiosità

Quinto e penultimo appuntamento con la serie cult creata da Chris Carter: X Files 10×05, Babilonia

[ads1] Manca solo una settimana all’ultimo episodio della serie Fox che ha come protagonisti gli agenti del paranormale Mulder e Scully, di seguito l’analisi di Babilonia, X Files 10×05

NARRAZIONE

[dropcap]T[/dropcap]utto inizia con un attentato kamikaze da parte di due estremisti mussulmani. Uno dei due terroristi è ancora in vita, si presenta pertanto l’occasione per l’FBI di provare a smantellare la cellula attentatrice. Ad affiancare i beneamati indagatori del paranormale vi sono un medico, una donna dai capelli rossi di nome Einstein e un uomo, un profiler di nome Miller.

X Files 10x05

            Per riuscire a comunicare con l’attentatore, clinicamente morto, Scully e Molder decidono di applicare due approcci non convenzionali: la prima intende stabilire un contatto attraverso l’attività cerebrale del paziente; il secondo vuole assumere dei funghi allucinogeni per poter comunicare con il paziente.

            Un nuovo episodio quello di X Files 10×05 che resta in sintonia con quelli della decima stagione. X Files continua a prendersi gioco si sé, continua a essere autoreferenziale, ma soprattutto continua a stupire con una scrittura fresca e intelligente.

X Files 10x05
Miller e Einstein

            X Files 10×05 Babilonia, con il pretesto del terrorismo, divenuto per la società occidentale il problema numero uno, affronta le tematiche della retorica politica, della demagogia, del populismo.

            Quando non si ascolta l’altro, quando non c’è più comprensione, il mondo circostante diviene una Babilonia. Solo l’amore allora può portare le cose alla normalità. È proprio di amore e odio che si parla, definiti da Scully e Mulder come gli estremi del genere umano.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

 

Curiosità

[dropcap]E[/dropcap]instein e Miller, gli agenti che affiancano Mulder e Scully in X Files 10×05, sono gli alter ego più giovani dei nostri protagonisti: stesse capacità, differenti esperienze.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

citazioni
[dropcap]L[/dropcap]a cosa più bella che possiamo sperimentare è il mistero; è la fonte di ogni vera arte e di ogni vera scienza. A Einstein

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]


PERSONAGGIO

[dropcap]M[/dropcap]ulder resta sempre il migliore, questa volta in X Files 10×05 per trovare la verità assume un fungo allucinogeno. Solo in un secondo momento si scoprirà che il protagonista ha assunto un placebo, nonostante ciò riesce a reperire informazioni utilissime per risolvere il caso.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

PERSONAGGIO-peggiore

[dropcap]C[/dropcap]ollocherei nella “nomination” di “peggiore” il regista Chris Carter. Premetto che, a mio parere, la decima stagione di X Files mi piace, ma i fan e i neofiti si sarebbero aspettati qualcosa di più. Anche se di ottima fattura, la serie non decolla, almeno per quel che sono i canoni classici dell’universo di X Files.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

[taq_review] [ads2]

Covid-19

Italia
74,161
Totale di casi attivi
Updated on 29 July 2021 - 07:01 07:01