tampone fai da te
Immagine da Pixabay

Luca Zaia prova il nuovo test “fai da te” per testare eventuale contagio da covid. Tracciabilità alla portata di tutti

Luca Zaia, il Presidente della Regione Veneto, ha provato il nuovo test “fai da te” per verificarel’eventuale positività al corona virus. Il risultato del test, negativo per il Governatore, è giunto in meno di 2 minuti.

Potrebbe interessarti:

La procedura per eseguire questo nuovo test antigenico consiste nell’eseguire pochi semplici passaggi: estrarre il tamponcino dalla confezione, inserirlo in entrambe le narici non troppo in profondità e in ognuna rotearlo per 5 volte. Dopo averlo introdotto nelle narici, il tampone va inserito nella provetta col reagente. Dopo pochi secondi potranno già esser versate 4 gocce di reagente sulla saponetta e in altrettanto poco tempo sarà possibile conoscere il risultato.

Questi test sembrerebbero essere davvero un’arma efficace nella battaglia contro il dilagare dell’epidemia. Secondo Luca Zaia, se questi test potessero esser disponibili per tutti, ognuno di noi potrebbe proteggere se stesso e la comunità dal contagio. Naturalmente, il punto debole della pratica del tracciamento “fai-da-te” sarebbe la sorveglianza su coloro che effettuano le procedure fai-da-te per non correre il rischio che , chi è consapevole di essere positivo, continui comunque ad uscire da casa, anziché rispettare l’isolamento.

Il kit che la Regione Veneto sta facendo produrre in Cina, secondo le indicazioni suggerite dagli esperti regionali, costerebbe a prodotto finito solo 3 euro. La regione metterà a disposizione circa 5 mila kit nei prossimi giorni per dare avvio alla sperimentazione. 

Letture Consigliate
Articolo precedenteCalabria, il nuovo commissario alla Sanità è Eugenio Gaudio
Prossimo articoloMoldova: Maia Sandu è la prima donna al potere
Gaudieri Brunella
Ho studiato il tedesco, l´inglese e ho qualche infarinatura di svedese ed arabo. Dopo la laurea triennale in Traduzione e Interpretariato a Napoli mi sono trasferita a Gorizia, poi Trieste, Udine, Klagenfurt am Wörthersee e Vienna. In questi posti ho fatto bellissime esperienze di lavoro, tra cui la traduttrice presso l´ORF. Ho conseguito la laurea specialistica a doppio diploma italo-austriaco in Lingue e letterature straniere ed euroamericane ed ho vissuto tanto tempo lontana dalla mia "comfort zone". Ho incontrato tantissime persone e mi sono avvicinata incuriosita alle loro culture. Mi piace la lettura, il mondo dell´informazione, l´arte e parlo molto bene il tedesco. Sono attenta alle problematiche sociali e sensibile alla tutela degli animali randagi.