Zanzara tigre: rischio invasione in 67 province, fra cui Roma



zanzara tigre, invasione a Roma
Immagine da Pixabay

L’aumento della temperatura estiva porta con sé l’insidioso pericolo della zanzara tigre. Quali saranno le zone più colpite ad agosto?

L’estate è finalmente esplosa, ma la zanzara tigre è in agguato. Stando ai dati del bollettino meteo di Vape Foundation, resi noti da Anticimex, dal 26 luglio all’1 agosto saranno 67 le province a rischio infestazione.

Nel Lazio l’allarme si circoscrive a Latina, Roma e Viterbo; in Friuli Venezia – Giulia a Gorizia, Pordenone e Udine, seguite da Trieste (livello 3); in Abruzzo a tutte le province tranne Teramo; in Liguria a Imperia e Savona. Pericolo massimo in Puglia e Umbria, ed in Sicilia, dove si salva la sola Palermo (indice 0). In Basilicata indice alto di infestazione sia per Matera che per Potenza.

Anche CalabriaCampania e Marche sono ad altissimo rischio: saranno colpite Avellino e Salerno per la seconda e Ascoli Piceno per la terza, mentre Cosenza potrà tirare un sospiro si sollievo. La Sardegna si trova ugualmente nel mirino con Cagliari, Carbonia Iglesias, Medio Campidano e altre.

In Lombardia i famelici insetti invaderanno principalmente Brescia, Cremona, Lodi, Mantova, Milano, Monza-Brianza, Pavia e Varese, e anche Bergamo e Como. In Piemonte la minaccia si manifesterà maggiormente ad Alessandria, Asti, Novara e Vercelli; in Veneto, invece, soffriranno Padova, Rovigo, Venezia, Verona e Vicenza.

In Toscana, infine, si percepisce apprensione per Arezzo, Firenze, Livorno e Lucca (livello medio-alto 3), ma soprattutto per le province in cui si rileva il livello 4 (Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato).

Leggi anche