221163 1×06 – Buon Compleanno Lee Harvey Oswald

221163

Giro di boa per la popolare serie TV tratta dal romanzo best-seller di Stephen King. In questo sesto episodio, intitolato “Buon Compleanno Lee Harvey Oswald”, il principale sospettato della vicenda Kennedy, scopre di essere stato tenuto sotto controllo

project adv

Ci siamo.

Con il sesto episodio della popolare serie TV tratta dal romanzo best-seller di Stephen King, 22.11.63 si avvia verso il gran finale.

C’è una festa di compleanno in atto, ed è quella di Lee Harvey Oswald: qui, il principale sospettato della vicenda Kennedy, scoprirà di essere stato a lungo tenuto sotto controllo. Come reagirà? Lo scopriremo nel corso di un episodio entusiasmante, nel quale non mancheranno i colpi di scena.

NARRAZIONE

[dropcap]S[/dropcap]iamo ormai giunti nel vivo della storia di 22.11.63 e gli sceneggiatori si preparano a condurre la serie verso il gran finale, quello che ci dirà se il tentativo del professor Jake Epping di sventare l’omicidio del presidente Kennedy andrà a buon fine. Come ricordiamo, Epping, professore di inglese presso una cittadina del Maine, si è ritrovato per caso nel passato dopo aver attraversato un varco temporale che lo ha portato indietro nel tempo.

compleanno
Epping in 221163

Nella puntata di oggi, Jake decide di prendere provvedimenti drastici per capire la piena dimensione della minaccia a Kennedy, ma dovrà farlo considerando l’allontanamento dell’amico Bill, il quale volterà le spalle al professor Epping, accusandolo di averlo costretto a restare troppo attaccato alla missione mentre Jake giocava a fare il marito felice con la sua amata Sadie.

Epping dovrà tradirlo e farlo internare per poter proseguire nella sua missione, e questo senz’altro sarà uno dei momenti clou della puntata, insieme a quello che vedrà appunto Oswald scoprire di essere stato a lungo intercettato al telefono. Tutto questo durante la sua festa di compleanno.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

Curiosità

[dropcap]Q[/dropcap]uando c’è una missione da portare a termine, non c’è nulla che possa fermare Jake Epping. Un lato importante del carattere del protagonista, che è stato curato, con attenzione maniacale, sia da King (nel libro), sia dagli sceneggiatori della serie.

Si tratta di un elemento imprescindibile per comprendere la psicologia del protagonista, che è costretto pure a vedersela con una forza misteriosa che spinge il passato a non voler cambiare e ad opporsi strenuamente ad ogni tentativo in tal senso.

E’ una revisione del paradosso del nonno, molto popolare tra i fisici, i quali lo usano per spiegare che il viaggio nel tempo, seppure materialmente possibile, è in realtà inutile perché il passato non è mutabile. Se infatti tornassimo indietro nel tempo e tentassimo di uccidere chi ci ha generati, una “forza” misteriosa interverrebbe sempre ad impedirlo. Giacché, se non fossimo venuti al mondo, mai potremmo essere tornati indietro nel tempo per cambiare il nostro passato.

Tanto di 22.11.63 tiene conto di questo paradosso, ma non sappiamo ancora in che modo gli sceneggiatori supereranno l’ostacolo: lasceranno morire Kennedy proprio perché il passato è immutevole, o Epping troverà un modo per venir fuori dall’impasse?

Lo sapremo molto presto, tra soli due episodi, quanti ne mancano in effetti per giungere al termine della serie.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]


PERSONAGGIO

[dropcap]O[/dropcap]swald senza dubbio. Ormai lo abbiamo conosciuto, dentro e fuori.

compleanno
Oswald in 221163

Lo abbiamo spiato insieme ad Epping e lo abbiamo amato in tutti i suoi limiti, forse intimamente convinti che Oswald, quello vero, fu solo un povero sventurato, usato a Dallas da poteri troppo forti che avevano già deciso la morte di JFK.

Forse non c’entrava per niente, forse era presente sulla scena del crimine, non lo sappiamo.

A dispetto di tutto, comunque, questo Oswald solleva grande empatia: interpretato bene, è reso ancora meglio.

[divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

[taq_review]

Video del giorno