elezioni usa 2018

Abbiamo cercato di raccontare l’Indipendenza Americana  attraverso i principi della Costituzione Usa: Uguaglianza, Libertà e Felicità

Il 4 Luglio si celebra la conquistata indipendenza americana dalla madrepatria inglese e viene sancita, di fatto, la nascita degli Stati Uniti d’America.

Sotto l’egida della Dichiarazione di indipendenza ratificata 242 anni fa, il 4 Luglio 1776, gli Stati Uniti d’America sono ancora oggi ispirati da principi quali l’uguaglianza, la libertà, ed il diritto al raggiungimento della felicità.

Dall’uguaglianza politico-economica a quella sociale

L’uguaglianza a cui i coloni aspiravano era primariamente di natura politico-economica: essi, infatti, reclamavano un’adeguata rappresentanza in Parlamento oltre che la possibilità di poter disporre, senza alcun vincolo, delle merci che autonomamente producevano. Richieste queste, sancite in motti di grande valore ideale (“No taxation without representation”) e con rimostranze dall’acuta simbologia, tra le quali l’iconico Boston Tea Party in cui i coloni travestiti da indiani assaltarono navi della Compagnia delle Indie trasportanti tè.

Dalla Guerra di Indipendenza alla Costituzione

La libertà ha avuto il prezzo di una sanguinosa guerra, iniziata nel 1775 e culminata nel 1778. Solo nel 1787 la Convenzione di Filadelfia ratificò la Costituzione degli Stati Uniti d’America.

Felicità o Benessere?

Il perseguimento della felicità. La felicità è un concetto talmente relativo che è difficile dargli una consistenza, ma siamo sicuri che le occasioni di socialità derivanti dalla Festa per l’indipendenza Americana (quali per esempio i barbecue con gli amici e le partite di baseball) siano un’incisiva risposta a chi, anche dal punto di vista politico, ci vuole divisi ed egoisticamente trincerati nella corsa al nostro esclusivo benessere.