730 precompilato: tutto sulla dichiarazione dei redditi online

Modello 730 novità 2018

A partire da lunedì 15 aprile sarà disponibile online il 730 precompilato. La documentazione potrà essere accettata o integrata e inviata via web dal 2 maggio fino al 23 luglio

Da oggi come rende noto l’Agenzia delle Entrate, è online il modulo con cui è possibile visualizzare il proprio 730 precompilato direttamente via web. Per farlo occorre essere in possesso di credenziali di accesso. Ci sono due modi per ottenerle, vediamo quali.

Si può consultare il 730 precompilato tramite Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale), il sistema unico di accesso ai servizi online della pubblica amministrazione. Le credenziali possono essere fornite dall’Agenzia delle entrate per l’utilizzo dei servizi telematici (Fisconline) oppure possono essere rilasciate dagli sportelli Inps. Altra alternativa è quella di essere in possesso di una Cns (Carta nazionale dei servizi).

Effettuato il login all’interno del proprio precompilato si ha la possibilità di accettare la dichiarazione così com’è stata generata, oppure nel caso di incoerenze o di cambi di situazione, si può effettuare un’integrazione che potrà essere presentata dal 2 maggio al 23 luglio.

Ma vediamo nel dettaglio le casistiche in cui si ricorre al 730. Dei circa 960 milioni di dati, il 78% – 754 milioni sono relativi alle spese sanitarie sostenute dai cittadini. Al secondo posto, troviamo i premi assicurativi (92 milioni), oltre 8 milioni di dati su interessi passivi. Un milione in meno (3,4) invece riguarda le spese universitarie. Chiudono la classifica le informazioni relative a contributi per lavoratori domestici (3,2 milioni).

Onde evitare complicazioni, resta sempre aperta e consigliabile, per una buona e corretta compilazione del 730, l’ipotesi di rivolgersi ad un Caf o nello specifico ad un professionista del lavoro.