allerta

Allerta rossa per la Liguria, la quale in seguito ai forti cambiamenti climatici è protagonista di forti venti e nubifragi

[ads1]

Potrebbe interessarti:

La regione della Liguria in queste ore rientra in uno stato di allerta rossa in seguito ai venti e piogge che negli ultimi giorni l’hanno colpita.

Il vento ha colpito con punte di 100.8 km/h a Genova, 102 km/h a Marina di Loano nel Savonese, 81 km/h a Arenzano. A Genova, nella zona di Castelletto, si registrano cadute di tegole e alberi: uno in corso Solferino nei pressi di Villa Gruber, e un altro in via Domenico Chiodo al Righi. Ulteriore albero caduto in via Roncallo, zona Quinto, e in provincia di Savona, a Toriano, nel parco monumentale del Marchese. La nave da crociera MSC Musica, dopo non aver ricevuto l’autorizzazione dalla capitaneria, a causa delle forti raffiche di vento è entrata nel porto tre ore dopo.

Secondo i dati forniti da Arpal, la massima è stata registrata a Carro (La Spezia) con 15.4, seguita da Taglieto (Varese Ligure) con 14.0 e La Macchina (Varese Ligure) con 13.4. A Campo Ligure, dalla mezzanotte, sono caduti 13 millimetri di pioggia. A Ellera, nel savonese, quattro famiglie residenti vicino al torrente Sansobbia sono state sfollate in via precauzionale.

Il momento più temuto dai meteorologici e dalla Protezione Civile sarà quello nella tarda mattinata e primo pomeriggio, mentre verso sera i fenomeni andranno a ridursi.

Le raffiche di vento forte che hanno interessato la Liguria hanno comportato l’intervento dei vigili del fuoco in diverse località.

In seguito a tale fenomeno la regione ha deciso di chiudere tutte le scuole, sbarrati i parchi, impianti sportivi, cimiteri, vietata a Genova la  circolazione in sopraelevata ai mezzi a due ruote. Inoltre, chiudono anche ambulatori e strutture sanitarie, saltano esami e visite programmate, rinviati appuntamenti culturali e spettacoli.

C’è da sottolineare che è la prima volta che scatta l’allerta rossa. La Sala Operativa Regionale, presidiata dall’assessore Giacomo Giampedrone è già aperta e lo resterà per tutta la durata dell’allerta. Anche la Sala della Trasparenza della Regione Liguria rimarrà aperta con un presidio fisso dell’ufficio stampa a disposizione dei cittadini a partire dalle 8 di questa mattina per dare tutte le informazioni utili, mentre in contemporanea resterà aperto anche il Coc al Matitone per coordinare la gestione dell’emergenza.

Dunque la regione è attenta a prepararsi ad un qualcosa che potrebbe comportare conseguenze notevoli. Ad oggi purtroppo questi fenomeni atmosferici si presentano in modo sempre più frequente e pericoloso, inducendo i cittadini e gli organi competenti a prendere decisioni drastiche al fine di garantire la tutela di persone, strutture e servizi.

[ads2]

Letture Consigliate