Andalusia: la Spagna che non ti aspetti



Chi, come me, ama viaggiare, deve fermarsi per qualche giorno nella suggestiva Andalusia. I suoi profumi, i suoi colori e il suo spirito resteranno per sempre, come una seconda pelle, nella mente!

Partire. Partire per un viaggio in Spagna che non sia la solita Barcellona o Formentera? Bhè, allora bisogna assolutamente visitare l’Andalusia, il sud della Spagna che comprende città quali Malaga, Cadice e Siviglia. Città dall’atmosfera calda ed accogliente, dove si vive in uno stile rilassato, seduti ai tavolini dei mille locali bevendo, in compagnia, una birra fredda fino a tarda sera.

Città d’appoggio può essere Malaga, ben collegata con gli aeroporti italiani, città ricca di monumenti suggestivi e  una vita notturna molto attiva.

La città di Malaga si caratterizza per le sue feste, come la Feria di Malaga, festa di flamenco che avviene durante il periodo di ferragosto, o la semana santa, contraddistinta da processioni e riti religiosi; entrambe molto sentite dalla popolazione locale.

la_alcazaba_de_malaga_630_1200x799
Alcazaba

La visita inizia con la fortezza dell’Alcazaba e il castello di Gibralfaro, la prima di costruzione araba mentre il castello di origine fenicia, che dominano la collina e permettono di osservare un panorama da mozzare il fiato. All’interno della fortezza Alcazaba vi è il museo archeologico, ma, se preferite passare una giornata all’aperto, merita una sosta il parco voluto da Picasso, ricco di fontane, piante, fiori e di verde.

Se siete amanti di Picasso  una capatina nella sua casa natale, è assolutamente doverosa, dove al suo interno vi è anche la fondazione Picasso. Ma le meraviglie di Malaga non sono di certo finite qua!

Abbiamo la cattedrale, in stile gotico con la caratteristica di essere incompiuta, infatti manca la torre di destra, l’anfiteatro romano, che d’estate ospita rappresentazioni all’aperto Plaza de Toros, dove si svolgono le corride a Malaga.

Andalusia
Cattedrale di Malaga

E poi c’è il mare, una spiaggia lunga e dorata con piccoli oasi di verde, costeggiato da tanti localini animati da giovani a tutte le ore del giorno. Inoltre nella zona portuale, c’è una bellissima passeggiata ricca di negozi e di ristoranti.

A un’ora e mezza di distanza da Malaga c’è Cordoba, che per lungo tempo è stata la capitale dell’impero Musulmano in Spagna. Una città meravigliosa che ti permette di passeggiare per le vie del centro con il profumo di arancio misto ad incenso.

Città ricca di giardini e chiese, dove oriente ed occidente si amalgamano per creare un scenario unico. Il ponte romano,  sul fiume Guadalquivir, con i suoi antichi mulini ad acqua, ci permette di entrare nel cuore della città antica e  nel camminare nei vincoli medioevali ci si imbatte nella maestosa Alcazar , residenza reale dei re cattolici dove si possono visitare i magnifici giardini, e per spiegare la loro bellezza, bè, non esistono parole!

alcazar di Cordoba
Alcazar di Cordoba

Come già accennato è un mix tra occidente ed oriente, dove si può visitare la moschea, massima espressione artistica dell’architettura araba in occidente.

Nel passeggiare tra le viuzze, si arriva alla via dei fiori, uno spettacolo per gli occhi, tutte le case dipinte di bianco con vasi azzurri e fiori di tutti i colori che trasmettono quel senso di serenità e di bellezza, tipico della Andalusia.

Stessa distanza tra Malaga e Cordoba è quella fra Malaga e Granada.

Granada, città fondata dai romani, vanta tra le sue bellezze, l’Alhambra, considerata il gioiello dell’arte nazarí. La fortezza araba è uno dei tre monumenti più visitati al mondo, oltre per la sua architettura anche grazie ai suoi giardini; il consiglio è quello di prenotare il biglietto d’ingresso anticipatamente a causa della grandissima folla e dei pochi biglietti a disposizione.

Alhambra di Granada
Alhambra di Granada

Nel centro di Granada, città universitaria quindi movimentata da tantissimi giovani, c’è la cattedrale rinascimentale che testimonia il suo passato moresco, ebraico e cattolico, il mercato orientale e le tombe dei re cattolici.

Dopo aver fatto questa breve panoramica di cosa visitare in queste tre città fantastiche dell’Andalusia, parliamo di cosa assaggiare.

Se si vuole passare una serata fuori con gli amici, la miglior alternativa sono le tapas, tanti assaggi, che permettono di spendere poco e mangiare le cose tipiche, come la coda di toro, la patata bravas, il gazpacho,  oppure nei tanti  locali si può gustare la paella, le tortillas, la Salmoreyo, zuppa tipica di Cordoba o la frittata di Sacromonte tipica invece di Granada.

Se invece vogliamo parlare di organizzazione o di pulizia in Andalusia, vi assicuro che non c’è paragone con l’Italia! Il tutto è efficiente, pulito ed ordinato.

La Costa del Sol dell’Andalusia regala emozioni, calore, passione, scenari unici dove trascorrere la propria vacanza il tutto accompagnato dal sorriso sincero degli spagnoli.

Leggi anche