Angelini nel dopogara di Salernitana-Cesena

Angelini
Angelini Cesena Primavera

Stadio Figliolia di Baronissi (Sa) 20 – febbraio 2016 ore 11:00

Campionato Primavera girone “B” Salernitana 0 – Cesena  0. Le dichiarazioni di Angelini

Un incontro equilibrato quello tra Salernitana e Cesena primavera. Il primo tempo appannaggio dei padroni di casa con tante occasioni capitate sui piedi degli attaccanti granata. Il secondo tempo ha preso coraggio un Cesena partito in sordina ma che poi, con il passar del tempo nella ripresa, è diventato molto pericoloso. Le tante azioni create sono state evidenziate dal tecnico Cesenate mister Giuseppe Angelini.

Queste le sue parole a gara terminata.

angelini
Il Tecnico G. Angelini Cesena primavera 2015-16.

P.D.: “Il primo tempo a favore della Salernitana, il secondo a favore del Cesena un pari giusto?”

Angelini: “ Guardando le occasioni…onestamente, meritavamo qualcosa di più. Giustamente nel secondo tempo, abbiamo creato ben tre occasioni nitide! Nelle varie circostanze è stato bravo il loro portiere e non siamo riusciti ad andare in vantaggio. Il primo tempo più a pannaggio della Salernitana che però non è stata pericolosa così come noi, che specialmente nella ripresa abbiamo creato molto di più. Sia su azioni manovrate che in ripartenza siamo stati molto propositivi ed oltre alla bravura del loro portiere, non siamo riusciti a sbloccare la gara. Per vincere bisogna fare goal… purtroppo se non lo fai… “

angelini
Un calcio da fermo della Salernitana, nella gara pareggiata con il Cesena.

P.D. : “Guardando in avanti: ragazzi, di questo Cesena, in prospettiva e la prossima gara con il Perugia?”

Angelini : “ In prospettiva ci sono tanti ragazzi interessanti. Tre sono stati già aggregati alla prima squadra, mentre il portiere e l’attaccante di oggi già sono in orbita. Certo bisogna sempre lavorare per crescere e migliorarsi. La prossima gara con il Perugia sarà un’ulteriore banco di prova per testare e verificare il nostro stato di crescita. Noi siamo ben coscienti di dover ancora migliorare molto. Come oggi dove abbiamo fatto alcuni errori nei passaggi… nei tempi. Ma queste cose sono normali nei giovani c’e tempo ancora…  e questo, lo sfruttiamo per migliorare sempre più la nostra crescita.”

 

Articolo precedenteThe Walking Dead 06×10 – Analisi e Curiosità
Prossimo articoloLa Gioconda, un capolavoro in 3D
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...