L’attore Jussie Smollett in stato di fermo per falsa testimonianza

L’attore di Empire Jussie Smollett rischia fino a tre anni di carcere per aver inscenato un’aggressione omofoba e razzista ai suoi danni

Jussie Smollett, il Jamal Lyon della serie Empire, rischia fino a tre anni di carcere per falsa testimonianza per aver inscenato e poi denunciato una agressione omofoba e razzista nei suoi confronti.
Nella fattispecie Smollett, avrebbe denunciato due uomini mascherati che lo avrebbero picchiato, insultato e cosparso di candeggina mentre camminava per strada.
Le indagini della polizia di Chicago, però, non hanno portato ad ulteriori riscontri e anzi hanno scoperto che i due assalitori sono due fratelli nigeriani, pagati dallo stesso attore.
Il movente della messinscena sarebbe l’insoddisfazione di Smollett, che sarebbe stato pagato troppo poco per il suo impegno in Empire.
Intanto la Fox, che produce e trasmette la serie, starebbe pensando di estrometterlo dal cast.