Atalanta
Foto: Facebook

L’Atalanta ottiene la “stella” nel lunch match contro il Verona. Gara fisica e ricca di duelli: Zapata emerge con il pugno del ko

L’Atalanta vince l'”incontro di box” contro il Verona e si rilancia per il quarto posto. Una Dea rimaneggiata con quattro centrali a comporre la linea difensiva, vista l’assenza di Gosens. Gasperini non rischia il giovane Ruggeri e concede un turno di riposo a Maehle. Partono dalla panchina anche Muriel e Ilicic.

Potrebbe interessarti:

La Dea non si snatura e alza subito il pressing per recuperare il pallone nella metà campo rivale. Il Verona non riesce ad impensierire la difesa rivela e non tira mai in porta per i primi 45 minuti. L’unico pericolo lo crea Faraoni. L’Atalanta crea la prima palla gol da calcio piazzato, con Romero che svetta di testa ma non batte Silvestri. La partita si divide per incontri, tra questi il duello tra Zapata e Lovato. Il difensore si mostra quasi sempre preparato, ma non riesce a tenere fisicamente il colombiano a campo aperto.

Al 32′ Di Marco colpisce il pallone con la mano, il direttore di gara grazie all’ausilio del Var concede il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Malinovskyi e non sbaglia. L’Atalanta capisce il momento positivo e aumenta il ritmo. Al 37′ Zapata colpisce il palo, servito da Pessina in verticale, bravo Tameze a sporcare la conclusione. Grande lavoro del centrocampista del Verona, che segue a ruota Pessina e fornisce sempre un raddoppio alla difesa.

Nel secondo tempo il copione non cambia, anzi è la Dea a mostrarsi subito pericolosa. Juric opera un triplo cambio, ma l’Atalanta tiene botta. Il Verona non riesce a sfruttare al meglio i suoi esterni, punto di forza di questa stagione di Serie A. Al 63′ Pairetto annulla il tris di Romero per un fallo di mano del difensore. Con l’inserimento di Muriel e Ilicic, Gasperini congela la partita. Proprio i due attaccanti sfiorano il supergol in due occasioni.

Verona Atalanta 0-2: risultato e tabellino

RETE: 32′ Malinovskyi rig., 42′ Zapata

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Ceccherini (45′ Udogie), Lovato; Faraoni, Tameze, Veloso (45′ Sturaro), Dimarco (45′ Lazovic); Barak (78′ Ilic), Zaccagni; Lasagna (60′ Favilli). A disposizione: Berardi, Pandur, Salcedo, Çetin, Rüegg, Amione, Bessa.  All. Juric.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; De Roon, Romero, Dijmsiti; Toloi (63′ Maehle), Pessina (75′ Ilicic), Freuler, Palomino; Malinovskyi (85′ Kovalenko), Miranchuk (63′ Pasalic); Zapata (75′ Muriel). A disposizione: Rossi, Sportiello, Lammers, Caldara, Ruggeri, Ghislandi. All. Gasperini.

ARBITRO: Pairetto

AMMONITI: Ceccherini, Dawidowicz, Toloi, Romero, Sturaro

Letture Consigliate