australian open
Immagine da Pixabay

Gli Australian Open si sono conclusi con la vittoria di Novak Djokovic, che ottiene il massimo in pagella. Male Zverev e Thiem

L’edizione 2021 degli Australian Open si è conclusa con la vittoria di Novak Djokovic, giunto al 9° successo a Melbourne. Ma è stato un torneo positivo anche per i russi Karatsev e Medvedev, e per l’italiano Fognini. Male invece Thiem e Zverev. Di seguito le pagelle dei primi dieci giocatori.

10) Thiem, voto 4

Thiem
Foto: YT Australian Open TV

Voto più basso per l’austriaco, finalista lo scorso anno e campione agli US Open e finalista delle ultime Atp Finals. Thiem era dato come uno dei favoriti di questi Australian Open, invece ha deluso le aspettative, uscendo al 4° turno con Dimitrov, dopo essersi salvato precedentemente con Kyrgios.

9) Zverev, voto 5

zverev, Humbert
Foto: Twitter ATP Tour

Anno nuovo, solito vecchio Sascha. Come in ogni torneo dello Slam il tedesco si perde nel momento in cui deve aumentare il proprio livello. Prestazioni convincenti fino ai quarti, poi i soliti problemi di testa lo fanno sprofondare nel match contro Djokovic, in cui regala il 3° set al serbo e nel tre-break del 4° fa una discesa a rete senza senso. Se non risolve al più presto le difficoltà a livello mentale, difficilmente Zverev vincerà uno Slam in carriera.

8) Rublev, voto 5.5

Rublev
Foto: YT Australian Open

Il russo ha un andamento costante nei tornei importanti. Non perde mai con un giocatore più indietro rispetto a lui in classifica, ma allo stesso tempo non batte mai chi gli sta davanti. E agli Australian Open, cosi come nei tornei precedenti, il suo cammino si interrompe ai quarti, quando si ritrova davanti il connazionale Medvedev. Un 3-0 netto, con Rublev che non impensierisce minimamente l’altro russo.

7) Fognini, voto 6

Fognini
Foto: YT Australian Open

Prima sufficienza per il nostro Fabio Fognini, che lascia l’Australia con ottime prestazioni tra Atp Cup e Australian Open. Il ligure prima litiga con Caruso, poi al 3° turno elimina facilmente il padrone di casa e favorito De Minaur. Ai quarti deve arrendersi alla superiorità di Nadal, che deve impegnarsi al massimo per superarlo. In questa condizione fisica, Fognini potrà fare una grande stagione sul rosso.

6) Nadal, voto 6.5

Nadal
Foto: YT Tennis TV

Voto di poco più alto della sufficienza per Nadal, che ancora una volta esce di scena a Melbourne a mani vuote. Lo spagnolo gioca un torneo perfetto fino al 3° set della sfida con Tsitsipas, poi qualcosa si rompe. Il greco aumenta il proprio livello di gioco, Nadal abbassa il suo e subisce una clamorosa rimonta, la terza in carriera dal 2-0 a favore. Per l’iberico, gli Australian Open sono diventati una vera e propria maledizione.

5) Dimitrov, voto 7

Dimitrov
Foto; YT US Open

Un sette pieno per il bulgaro, che, nonostante non sia più il “Baby Federer”, dimostra che il talento non gli è mai mancato. Lo Slam australiano è sempre stato il suo preferito, e lo ha dimostrato anche in questo caso. Vittoria netta contro Thiem, ai quarti va in vantaggio con Karatsev, e se non fosse per l’infortunio che lo colpisce nel 3° set arriverebbe anche in semifinale.

4) Tsitsipas, voto 8

Australian Open
Foto: YT Australian Open

Voto alto per il greco, che per la seconda volta nella sua breve carriera raggiunge le semifinali degli Australian Open. Nel 2019, dopo aver battuto Federer, si arrese in semifinale a Nadal. Questa volta è proprio lo spagnolo a cadere sotto i suoi colpi, subendo la rimonta. In semifinale incontra il suo acerrimo nemico Medvedev, che gli infligge un 3-0 senza pietà. Tsitsipas però lascia Melbourne ancor più convinto dei propri mezzi.

3) Medvedev, voto 9

US Open
Foto: YT

Fino alle semifinali, il russo è stato il miglior giocatore del torneo, quello che non perdeva dall’ottobre dello scorso anno, e che aveva vinto senza perdere un match Parigi-Bercy, Atp Finals e Atp Cup. Sul più bello però si ritrova davanti Djokovic formato finale Australian Open, e dopo un buon primo set perso all’ultimo game, Medvedev perde il suo gioco, i suoi colpi non fanno male al serbo, che chiude la pratica in poco tempo. La vittoria in uno Slam però è soltanto rimandata.

2) Karatsev, voto 10

Karatsev
Foto: YT Australian Open

Il nome a sorpresa di questa edizione è sicuramente quello di Aslan Karatsev. All’età di 27 anni il russo fa il suo esordio in uno Slam, e non poteva andare meglio. Raggiunge le semifinali, dopo aver superato Schwartzman, Auger-Aliassime e Dimitrov. Contro Djokovic non sfigura più di tanto, e ottiene gli stessi game vinti dal connazionale in finale. Prima del torneo si trovava oltre la posizione n.200 nel ranking, adesso è nei primi 50.

1) Djokovic, voto 10 (con lode)

Djokovic
Foto: YT Tennis TV

Massimo voto e anche di più per Djokovic, che vince per la terza volta consecutiva gli Australian Open, raggiungendo il 9° successo su nove finali disputate. E dire che al 3° turno con Fritz poteva già lasciare il torneo, a causa di uno strappo muscolare che non gli ha dato tregua fino alla finale. Invece il serbo è rimasto concentrato, ha gestito alla perfezione il proprio fisico e in finale ha mandato in crisi il gioco di Medvedev, fino a quel momento perfetto. Adesso gli Slam in bacheca sono 18, Federer e Nadal sono avvisati.