autunno

Autunno, una stagione dai colori speciali e speciali sono i suoi frutti! In questa stagione compaiono tutti quegli alimenti che preparano l’organismo alla stagione invernale

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Autunno – La castagna, ad esempio, è un classico frutto autunnale contenente sali minerali importanti come il fosforo, essenziale per le cellule nervose, e il potassio, presente in ogni cellula del nostro organismo e utile per prevenire e curare stati infiammatori; vitamine del gruppo B importanti per la salute di tutti i tessuti; fibre utili per la stitichezza (noto è il loro effetto positivo sulla motilità intestinale, sulla microflora e sulla riduzione della colesterolemia) e acido folico consigliato in gravidanza (per prevenire alcune malfomazioni fetali).

Tuttavia, questo frutto contiene anche tanti carboidrati complessi che lo rendono una fonte di energia per l’intero organismo ma anche un alimento abbastanza calorico da gustare con moderazione ed è poco indicato per chi segue una dieta. La castagna, infatti, è molto ricca di sostanze amidacee ed è quindi molto nutriente.

autunno

Un altro frutto tipicamente autunnale è la melagrana, tra i più ricchi di antiossidanti. In particolare è una fonte di flavonoidi che proteggono il nostro organismo dall’attacco dei radicali liberi e prevengono l’invecchiamento precoce. Inoltre, il suo contenuto di molte e preziose vitamine ci aiuta a prevenire i malanni di stagione e a rafforzare l’organismo. I chicchi di melagrana possono essere utilizzati anche nelle insalate o nelle minestre di cereali ed è facile ottenere anche un succo di melagrana (spremendo il frutto come se fosse un’arancia) gustoso da bere per fare un pieno di antiossidanti.

autunno

E se la castagna è molto calorica, la zucca invece è un ortaggio autunnale poco calorico, infatti contiene circa 17 Kcal per 100 grammi di polpa, ma con delle importanti proprietà nutritive, benefiche e terapeutiche. Questo ortaggio, può essere impiegato per la preparazione di molte ricette, ottima da contorno ma anche come vellutata o ancora per un gustoso primo piatto. Ottima fonte di vitamine e di sostanze antiossidanti: fornisce al nostro organismo il beta-carotene dalle capacità antiossidanti e antinfiammatorie e indispensabile per la formazione della vitamina A; contiene la vitamina B e la vitamina E alleata della pelle; contiene anche molti sali minerali quali calcio, fosforo, potassio, magnesio. Lo sapevate che l’applicazione dell’olio di semi di zucca favorisce la guarigione delle scottature?

Così come la zucca, anche i funghi sono poco calorici (100 grammi di funghi contengono circa 26 Kcal). Essi sono considerati un toccasana per il sistema immunitario, dunque sono consigliati nell’alimentazione durante il cambio di stagione, con l’arrivo dell’autunno, per aiutare l’organismo a difendersi meglio dalla stagione fredda.

Come vedete ancora una volta ciò che ci circonda fornisce suggerimenti su come mangiare, i prodotti di questa stagione ci aiutano a rinforzare il nostro sistema immunitario, perciò ancora una volta…”seguite il corso delle stagioni, la stagionalità dei prodotti e riscoprite le tradizioni e tutto ciò che offre la nostra terra”!

UNA RICETTA PER VOI: RISOTTO ALLA ZUCCA

Mettere in una pentola la cipolla tritata e l’aglio con un goccio di olio e lasciare imbiondire. Aggiungere la zucca tagliata a dadini e farla cuocere per 5 minuti con alcuni cucchiai di acqua. Unire quindi il riso e acqua a sufficienza e portare a cottura per circa 20 minuti. A cottura terminata aggiungere il prezzemolo tritato e amalgamare il tutto.

Dott.ssa Raffaella Sica – Biologa Nutrizionista

[ads2]

Letture Consigliate
Articolo precedenteTrump e Clinton: attenti a quei due!
Prossimo articoloYemen, missili Usa di “autodifesa” contro ribelli sciiti
Avatar
Svolge attività di Biologa Nutrizionista. Consegue l’abilitazione all’esercizio della professione nel 2011 e si iscrivo all'ONB (Ordine Nazionale dei Biologi). Laureata in Biologia (curriculum Nutrizione) nel 2011 presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Si perfeziona in “Educazione alimentare e prevenzione delle malattie dismetaboliche” nel 2011. Nel 2015 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Biologia Avanzata presso la stessa università. L'attività di ricerca svolta dal 2009 è oggetto di diverse pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e di diverse comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali. Fornisce supporto didattico teorico-pratico durante il Corso di Organo adiposo e Regolazione del peso corporeo e durante il Corso di perfezionamento annuale in: “Educazione alimentare e prevenzione delle malattie dismetaboliche” (Dipartimento delle Scienze Biologiche, Sezione Fisiologia e Igiene dell’Università degli Studi di Napoli "Federico II"), con seminari introduttivi ed esercitazioni pratiche relative alla valutazione dello stato nutrizionale e della massa grassa mediante l'utilizzo dell'antropometria (standardizzazione di peso, altezza, circonferenze), plicometria, impedenziometria. Arricchisce continuamente la sua formazione con corsi e seminari specifici sulla Nutrizione fisiologica e patologica nelle sue varie forme.