basket

Sesta giornata del campionato italiano di Basket andata in ghiaccio. Milano vince ma non convince (soprattutto il proprio allenatore), Reggio ed Avellino certezze, Caserta continua a stupire

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Vittoria e polemiche. Non è bastata la sesta vittoria consecutiva all’EA7 Milano per scacciare via anche tutte le polemiche che da qualche settimana a questa parte si aggirano attorno alla squadra di Repesa. Lo stesso allenatore, dopo la risicata vittoria nell’anticipo di mezzogiorno, si è sfogato in conferenza stampa lamentando lo scarso impegno e l’egoismo che attanaglia perennemente i giocatori in casacca rossa. A ciò sono seguite ampie polemiche su ogni singolo componente del team biancorosso, accusati di pensare più alle statistiche personali che al basket di gruppo.

Una vittoria arrivata negli ultimi minuti della gara, grazie alle prestazioni eccellenti di Simon e Raduljica (rispettivamente 16 e 14 punti), che hanno così arginato l’ottima prova della squadra di casa, Torino, che rimane a 4 punti ma con la consapevolezza di aver dato filo da torcere alla corazzata numero uno del campionato.

Le inseguitrici non mollano. Sarà che l’EA7 sembra, almeno per ora, irraggiungibile per le inseguitrici, ma Reggio e Avellino non ne vogliono proprio sapere di dare per persa la prima posizione. Le due squadre continuano a vincere e convincere mantenendosi a due sole lunghezze di svantaggio dalla prima della classe. Per la squadra Emiliana partita semplice e finita in due quarti, con un vantaggio di 17 punti all’intervallo. La squadra di Menetti ha dovuto soltanto amministrare il vantaggio nella seconda parte della gara. Sugli scudi il poker d’assi Italiano, rappresentato dal quartetto Aradori(15), Polonara(21), Della Valle(16) e Cervi(12), per una squadra sempre più vincente e sempre più a tinte azzurre che continua a stupire e si conferma come una certezza del campionato italiano di Basket.

Così come lo è una certezza la Sidigas Avellino che continua il proprio percorso con la quarta vittoria consecutiva. I Lupi espugnano il Pala Masnago dopo un overtime. Partita serratissima e sul filo dell’equilibrio per tutti i 45′. A deciderla è il playmaker statunitense Marques Green(13) che con una tripla nel finale ed i due tiri liberi della sicurezza regala la quinta vittoria in campionato ai biancoverdi. Le due squadre vanno così a braccetto, a quota 10, subito dietro le spalle della capolista Milano.

Tutte le altre. Per il resto, da segnalare la prova maiuscola della Juvecaserta, che tra le mura amiche non fallisce un colpo. Un grande terzo periodo ed una solida prestazione, aggiunti ai 18 punti di Sosa garantiscono a Dell’Agnello il quarto posto in classifica. A pari merito con Sassari, che ha battuto in volata Pistoia nell’anticipo del Sabato grazie alla solita prestazione over the top di Johnson-Odom(15). Mentre in coda. non riesce a risalire Brescia, sconfitta da Capo d’Orlando. Mentre si dovrà aspettare il monday night per vedere se Pesaro riuscirà ad abbandonare l’ultimo posto in classifica ed ottenere i secondi due punti stagionali.

 

[ads2]

Letture Consigliate