11 Novembre 2017 - 09:47

Alimentazione e spezie: quanto è sorprendente la curcuma!

curcuma

Gli indiani ne conoscono i benefici da più di 5mila anni. Chiamata lo zafferano delle Indie, scopriamo quali sono i tanti e sorprendenti benefici e le proprietà nutrizionali (oltre che le controindicazioni) che questa antica spezia, la curcuma, ha da offrire

Continua il nostro appuntamento settimanale con HealthZon. Oggi non parleremo di veri e propri must di stagione, quanto piuttosto di un vero “tesoro” da tenere sempre, in ogni periodo dell’anno, nelle nostre dispense: la curcuma.

Cos’è la curcuma?

Essa non è altro che una pianta, originaria dell’India, caratterizzata da lunghe foglie di forma ovale “culle” dei suoi particolari fiori raccolti in spighe. È da questi che si estraggono i rizomi, i quali, prima di essere utilizzati, vengono fatti bollire ed essiccare per poi essere schiacciati con dei particolari attrezzi per ridurre in polvere il tutto fino ad ottenere lo stato finale della nostra spezia. Una spezia dal colore giallo-ocra e dal sapore decisamente marcato.

Proprietà e benefici

Gli indiani lo sanno bene da millenni: la curcuma è una vera e propria “polvere magica”, grazie ai diversi benefici che può apportare al nostro organismo con l’assunzione di soli due cucchiaini di essa, da utilizzare nella preparazione di tisane, per insaporire minestre e zuppe, salse e yogurt. Una delle proprietà più sorprendenti della curcuma è l’effetto antitumorale. Questa preziosa pianta, infatti, contrasta l’insorgere della leucemia e di ben otto tipi di tumore, che colpiscono colon, prostata, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni e mammelle. La ricerca medico-scientifica sta ancora oggi portando avanti degli studi sulle potenzialità di questa spezia indiana e i risultati appaiono sorprendenti.

Altra notevole proprietà della curcuma sono le sue eccezionali qualità antiossidanti, perché in grado di trasformare i radicali liberi in sostanze innocue per il nostro organismo. Di conseguenza, è in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare.

Ancora, la curcuma ha notevoli proprietà cicatrizzanti. Pare, infatti, che l’applicazione dei rizomi di curcuma su ferite, scottature, punture d’insetto e dermatiti, doni sollievo immediato e velocizzi il processo di guarigione.

Un’ultima analisi la merita la capacità di questa “polvere magica” di essere uno dei rimedi naturali più potenti in circolazione contro i dolori articolari e l’influenza.

Controindicazioni

Regola valida per tutti è quella di non eccedere mai nel consumo di questa spezia. Due cucchiaini al giorno sono sufficienti. Tuttavia, per i soggetti che soffrono di calcoli biliari è consigliabile evitare il consumo di ogni tipo di spezie e, quindi, anche di curcuma.