Berlusconi il deus ex machina della Vigilanza Rai?

Politica Berlusconi il deus ex machina della Vigilanza Rai?

Ore concitate per la Vigilanza Rai: la nomina di Marcello Foa resterebbe appesa ad un accordo tra Salvini e Berlusconi, mentre si discute delle prossime tribune elettorali

Marcello Foa potrebbe sedere sullo scranno più alto del Cda Rai già martedì, quando la Commissione di Vigilanza potrebbe essere chiamata a ridiscutere la sua nomina di Presidente, arenatasi poco prima della pausa estiva.

- Advertisement -

Tutto sarebbe in mano ad una trattativa tra Salvini e Berlusconi in cui il leader leghista starebbe tentando di convincere il Cavaliere sull’efficacia di Foa, forte della sua esperienza a Il Giornale.

A questo punto i numeri ci sarebbero: con Fratelli d’Italia, Lega. M5S e Forza Italia arroccati su Foa ma intanto la Vigilanza, che si è risparmiata una lettera dal Cda a firma pentastellata, guarda già oltre: oggi si sarebbe infatti discusso delle tribune elettorali legati alle prossime elezioni.

- Advertisement -
Avatar
Riccardo Manfredelli
Lucano, laureato presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 10 Agosto 2020; Mi piace più ascoltare che parlare, più fare che mostrare. Nutro una passione smodata per tutto ciò che è Pop, per tutto ciò che è spettacolo. Su Zon.it scrivo principalmente di Cinema e Tv.

Covid-19

Italia
787,893
Totale di casi attivi
Updated on 28 November 2020 - 08:27 08:27