Better Call Saul, Bob Odenkirk ha un malore sul set: ricovero d’urgenza

AttualitàBetter Call Saul, Bob Odenkirk ha un malore sul set: ricovero d'urgenza

Malore per Bob Odenkirk. L’attore era sul set, in New Mexico, per girare i nuovi episodi di Better call Saul. Ricovero d’urgenza

Bob Odenrkir, 58 anni, è stato trasportato d’urgenza in ospedale dopo aver accusato un malore.

Questo è quanto emerge dalla testata americana TMZ. Il magazine che diffonde la notizia cita fonti vicine alla produzione della serie Better call Saul. L’attore, noto per aver interpretato Saul Goodman in Breaking bad e poi nella suddetta serie spin-off, ha avuto un collasso mentre era sul set, in New Mexico, dove stava girando i nuovi episodi di Better call Saul.

Al momento non conosciamo le cause dell’accaduto e le condizioni di Odenkirk che è attualmente ricoverato in ospedale. La stagione finale di Better Call Saul è in lavorazione e dovrebbe debuttare su Netflix nei primi mesi del 2022. Odenkirk ha ricevuto cinque nomination agli Emmy e quattro ai Golden Globe proprio per il suo ruolo quello dell’avvocato colluso Saul Goodman nella serie spin-off di “Breaking Bad“.

Trama

Di seguito la trama della serie televisiva spin-off, riportata da Wikipedia

Omaha, Nebraska: dopo i fatti narrati in Breaking Bad, Saul Goodman lavora come commesso pasticcere in un negozio di Cinnabon, sotto falsa identità, in un centro commerciale. Tormentato dal rischio di essere riconosciuto trascorre una vita piuttosto tranquilla, passando le sere a seguire notiziari, vedere film e le sue vecchie pubblicità registrate in videocassetta, che gli rievocano i tempi passati. La storia si sposta nel passato, quando Saul usava ancora il suo vero nome, James “Jimmy” McGill, e cercava in tutti i modi di affermarsi come avvocato. Suo fratello Chuck è un ottimo avvocato e fondatore dello studio legale HHM, ma fermo a causa di una presunta elettrosensibiltà. I rapporti col fratello si incrinano a causa del carattere esuberante che ha sempre contraddistinto Jimmy con annesse le scorciatoie per raggiungere il successo professionale.

Luciachiara Faiella
26 anni. Laureata in Lettere Moderne e (quasi) in Filologia Moderna. Impegnata nel progetto CyberZone in collaborazione con Amesci che informa sui fenomeni di bullismo e cyberbullismo. Mi piacciono la cronaca rosa, i programmi leggeri, la musica cantautorale, le spiagge a settembre, i romanzi che non ti lasciano tregua, le serie tv che incollano allo schermo, le persone curiose, i cinema di periferia, la comunicazione sotto ogni aspetto.

Covid-19

Italia
101,080
Totale di casi attivi
Updated on 27 September 2021 - 23:14 23:14