salvini Gregoretti 2 Giugno Bologna
Foto: screen Instagram Matteo Molina

Matteo Salvini ne ha approfittato per presentare il candidato del centrodestra per Bologna. La Borgonzoni si offre per dare una mano

Sempre in piena campagna elettorale, anche quando l’interesse in realtà è altrove. Matteo Salvini è sempre in moto in giro per l’Italia, e questa volta si è fermato a Bologna. Il leader della Lega ha dedicato il punto d’ascolto della Lega a Sinisa Mihajlovic. Il tecnico del Bologna, in piena campagna elettorale, in un’intervista, si era sbilanciato proprio a favore dell’ex ministro dell’Interno. Il tecnico, però, non vota in Emilia-Romagna. In più, il politico ha inaugurato la nuova sede leghista, dove ha presentato anche il nuovo candidato del centrodestra.

Il prossimo candidato sindaco del centrodestra non avrà tessere di partito in tasca.” ha annunciato lo stesso Matteo Salvini. Un comizio preceduto da alcune “minacce” per il distanziamento sociale, puntualmente non rispettato dai sostenitori della Lega. Lo spazio davanti alla nuova sede del Carroccio in via Santa Margherita è stato letteralmente invaso, in barba a tutte le regole introdotte dallo Stato.

Ma non tutti i presenti erano sostenitori di Salvini. C’erano anche due ragazze di 18 e 19 anni, Alice e Zaira, studentesse dell’Archimede di San Giovanni in Persiceto, che hanno esibito un cartello che recitava “Caro Matteo, la propaganda non è un lavoro.
Le due giovani sono state identificate dalle forze dell’ordine, che hanno sequestrato il cartello.
Sinceramente non mi interessa l’opinione, ma non è così che si fa politica, abbiamo sempre partecipato al movimento delle Sardine.” ha dichiarato una delle due ragazze di Bologna.