Braies: il lago che incanta gli spettatori di “Un passo dal Cielo”

Prima PaginaBraies: il lago che incanta gli spettatori di "Un passo dal Cielo"

Vicino Braies, il lago naturale più grande delle Dolomiti e uno dei più belli del Sud Tirolo, c’è il Fun Bob di San Candido

[ads1]

Braies, Prags in tedesco, è il paese diventato famoso per il suo lago che sembra uscito dalle fiabe.

Meta obbligatoria per i turisti amanti del Sud Tirolo, il paese e il suo lago sono diventati noti, ormai dal 2011, al grande pubblico italiano appassionato di fiction.

Lago di BraiesUn Passo dal Cielo, la fiction di RAI 1 con Terence Hill, Francesco Salvi, la bellissima Rocío Muñoz Morales e tanti altri attori, finanziata e sponsorizzata dalla “Business Location Südtirol” (BLS), una società della provincia di Bolzano, è stata girata per le riprese esterne principalmente a Braies e San CandidoA ZONzo ve li propone perché sono due posti, poco lontani l’uno dall’altro, da visitare nella prossima estate durante il vostro viaggio in Trentino Alto Adige.

Il Lago di Braies, in tedesco Pragser Wildsee, è un piccolo lago alpino a 1.496 m s.l.m., a circa 97 km da Bolzano, ed è uno dei più profondi della provincia di Bolzano, con 36 metri di profondità massima e 17 di profondità media.

Lago di BraiesPer raggiungere Braies dovete prendere l’autostrada A22 uscita Bressanone-Val Pusteria e percorrere la Val Pusteria per circa 50 km; dopo aver superato Monguelfo girate a destra nella Valle di Braies, dove dopo 8 km troverete l’Hotel Pragser Wildsee sulle rive del lago.

L’Hotel, che nel 2009 ha festeggiato 110 anni, fu costruito su incarico della famosa albergatrice Emma Hellensteiner in riva al lago di Braies e regala ai suoi ospiti una vacanza fuori dal tempo, cullandoli con un’atmosfera magica.

Lago di BraiesNei pressi del lago di Braies è possibile parcheggiare la propria auto a pagamento prima di iniziare la passeggiata.

In inverno il paesaggio è magnifico: sul lago ghiacciato potete camminarci senza pericolo. In estate, invece, il lago svela tutto il suo fascino mostrando un contrasto di colori unico: il bianco si tinge di blu e verde smeraldo.

Lago di BraiesIl lago di Braies è visitabile liberamente; non è previsto nessun biglietto per poter fare un giro. Noi di A ZONzo ci siamo stati in estate e vi consigliamo di arrivare sulle rive del lago verso le 10.00 del mattino. Arrivare alle 12, quando il sole è alto, significherebbe perdere i riflessi delle montagne che si specchiano nel lago di montagna.

Vi consigliamo di fare un giro completo del lago, camminando intorno alle sue rive, per poter cogliere tutta la sua bellezza da diversi punti di vista. Iniziate il vostro giro dalla parte orientale, ripida e stretta, per poi percorrere quella occidentale, piana e larga. L’impresa, nonostante siamo a più di mille metri sul livello del mare, è adatta ad ogni persona. Il giro è percorribile anche con bambini ma senza passeggini.

Lago di BraiesInoltre, durante il periodo estivo potete noleggiare una barchetta a remi per concedervi una passeggiata romantica di coppia e poter guardare il lago da un punto di vista unico. Il prezzo, forse, è un po’ caro: 10,00 € per 1/2 ora e 15,00 € per 1 ora, ma non esitate. Raramente vi capiterà di remare su un lago così bello!

Se siete coraggiosi e non temete il freddo, quando è estate inoltrata e il sole è bello alto, potete tuffarvi nelle sue acque gelide per un’esperienza unica: fare il bagno in un lago alpino a 1496 metri s.l.m.

Lago di BraiesSe invece volete rilassarvi accarezzando le Dolomiti, il percorso vi porta ai piedi della Croda del Becco, maestosa cima del gruppo della Croda Rossa d’Ampezzo, all’interno delle Dolomiti di Braies. Con la sua vetta di 2.810 m s.l.m., la Croda si trova a nord di Cortina d’Ampezzo e a sud-ovest di Braies, dividendo i due territori, e abbracciando il lago che si colora di bianco-grigio.

La leggenda del lago di Braies vuole che dei selvaggi alla ricerca di oro e pietre preziose si recarono sulle montagne nei dintorni. I pastori della Valle di Braies invidiosi del tesoro trovato, tentarono invano di sottrarlo ai selvaggi. Questi ultimi, però, aprirono delle fontane sotterranee e gettarono il tesoro in quello che poi sarebbe diventato il lago.

In realtà, al di là delle leggende altoatesine, il lago naturale è di origine franosa: a causa di una frana staccatasi dal Sasso del Signore il rio di Braies è stato sbarrato formando un lago.

Lago di BraiesLe acque limpide e lo scenario naturale stupiscono i visitatori che riescono a dimenticare lo stress della vita quotidiana, fotografando il lago. Consapevoli dell’incredulità di chi vedrà le foto e non riuscirà a credere che in Italia esista un posto così magico, scattano foto per rendere eterno il luogo incantato.

Nella vostra passeggiata a Braies, la natura sarà la protagonista assoluta e potrete sentirvi sul set cinematografico della serie televisiva “Un Passo dal cielo” mentre ammirerete quello che nel film è chiamato “Lago di San Candido”.

San CandidoDopo aver trascorso qualche ora sulle rive del lago, prendete la macchina seguendo le indicazioni per Innichen, che è il nome tedesco per San Candido.

San Candido si trova a circa 21 km da Braies e ve lo consigliamo per rendere divertente la vostra giornata in Alta Pusteria, dopo il relax al lago. A San Candido c’è un attrazione unica, da provare: il Fun Bob.

San CandidoUno slittino su rotaia ai piedi delle Dolomiti attraversa prati verdissimi e costeggia boschi, passando a pochi metri da placide mucche.

È una giostra che, dopo una salita in cima con la seggiovia, vi farà fare una scivolata nella natura, in tutta sicurezza, alla velocità che desiderate per un dislivello di 314 metri, con una pendenza minima del 5% e una massima del 40%.

Allora, cosa aspettate? Prenotate la vostra vacanza in Alta Pusteria e organizzatevi per trascorrere una giornata tra Braies e San Candido; se sarete fortunati incontrerete gli attori di “Un passo dal cielo”.

A ZONzo vi dà appuntamento per un nuovo viaggio, lasciandovi con una galleria di fotografie scattate tra Braies e San Candido.

[ads2]

Annalisa Saggesehttp://zon.it
Con una laurea in filosofia specialistica appesa al muro e una tesi su intersoggettività e comunità nella "Critica del Giudizio" di Kant nel cassetto, mi sono innamorata dell'affollatissimo mondo della comunicazione e dei social network. Appassionata di fotografia e viaggi, sono sempre pronta a partire per poi raccontare! Mi diverto, nel tempo libero, a scrivere favole e racconti che un giorno forse pubblicherò. Il mio motto, preso in prestito dal passato, è "Sapere Aude!"

Covid-19

Italia
78,484
Totale di casi attivi
Updated on 29 July 2021 - 18:01 18:01