24 Ottobre 2017 - 12:48

Caffè: ultimi trend del consumo della bevanda più amata dagli italiani

caffè espresso

L’Italia è una nazione fatta di passioni. Le famiglie del nostro Paese, infatti, rimangono tutt’oggi ancorate a certe tradizioni che non ammettono deroghe. Ed il caffè rappresenta forse la più evidente

Nel nostro Paese se ne fa un consumo da record, con una media di circa 2 tazzine di caffè per abitante. Si tratta di dati che affondano le radici ai tempi delle Quattro Repubbliche Marinare: Venezia fu la prima ad introdurre il caffè in Italia, per merito dei suoi commercianti. E da lì, non avrebbe più abbandonato le abitudini di consumo delle famiglie.

Ma di tempo ne è passato da allora: se da un lato continuiamo a consumare ettolitri della più famosa bevanda nera, dall’altro non sono poche le novità del nuovo millennio.

Consumo in Italia: il boom delle cialde

Come anticipato in precedenza, oggi la situazione è decisamente cambiata rispetto a 2 secoli fa. E questo ha ovviamente riguardato anche il caffè: non tanto le varie miscele, che continuano ad essere legate alla tradizione dei vari paesi. La rivoluzione più grande è arrivata in termini di consumo “tecnico” perché sono le cialde per le macchinette a dominare il mercato, compreso quello delle vendite su Internet: infatti su siti web come cialdapoint.com le cialde per il caffè si possono acquistare direttamente online, scegliendo dal vastissimo catalogo disponibile.

E intanto i dati continuano a segnare dei record. Avete idea di quante cialde si consumano ogni anno in Italia? Circa 1 miliardo, ovvero il 10% delle vendite globali, che si attestano su una cifra pari a 10 miliardi. Pensate solamente che il boom di vendite nel nostro Paese ha portato ad un incremento del mercato totale pari al +21,4%. E i motivi alla base di questa rivoluzione, sono davvero facili da intuire.

Italiani e caffè: come lo bevono?

Infatti il successo delle cialde è dovuto in gran parte alla loro praticità, e ad un gusto che si dimostra molto simile al caffè bevuto al bar. Ed ecco che si spiegano le nuove abitudini degli italiani: secondo le rilevazioni, infatti, l’89% del caffè consumato lo si prende a casa o in ufficio. Questo significa che se ne consuma di meno al bar, rispetto al recente passato: ciò accade ancora nel 78% dei casi. Ma quando si beve caffè? L’80% degli italiani lo fa di prima mattina, dunque a colazione. Molto forte anche la tendenza del caffè consumato a pranzo, che riguarda il 76% degli italiani. Leggermente inferiori i trend relativi al caffè di metà mattina (59%) e quello consumato nel primo pomeriggio (50%). Poi, più si scende geograficamente, più quello consumato è forte e puro. Gli uomini, invece, lo preferiscono più amaro rispetto alle donne. Infine, il 78% degli italiani lo considera come uno dei momenti più piacevoli della giornata.