Carlo Giuffrè, addio al grande attore napoletano



carlo giuffrè

Si è spento Carlo Giuffrè, grande attore napoletano di Teatro e Cinema. Il sindaco De Magistris esprime il suo cordoglio assieme alla città

Addio al grande attore napoletano Carlo Giuffrè, grande attore napoletano che ha lavorato sia al Teatro, nella compagnia di Eduardo De Filippo, sia al Cinema.

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha espresso tutto il suo cordoglio, assieme alla città, ricordando il suo spessore artistico e la sua carriera.

La carriera in Teatro, al Cinema e le onoreficenze

Dopo essersi diplomato presso l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica ha cominciato a lavorare con suo fratello Aldo, con il quale ha intrapreso un duraturo sodalizio artistico.

Dopo il debutto con De Filippo sono entrati nella Compagnia dei Giovani, con la quale hanno messo in scena diverse opere pirandelliane e di Goethe.

Nel periodo maturo della sua carriera ha anche interpretato e diretto il repertorio eduardiano come “Napoli Milionaria”, “Questi fantasmi” e “Natale in casa Cupiello”.

I successi al Cinema, Teatro e onoreficenze

Giuffè viene ricordato anche per i suoi ruoli al Cinema: “La ragazza con la pistola” di Monicelli e “Pinocchio” di Benigni sono alcuni dei titoli fortnati a cui ha preso parte.

Inoltre anche le commedie sexy degli ann ’70, lo sceneggiato “Tom Jones” e la presentazione del Festival di Sanremo nel ’71.

Nel 2007 l’attore partenopeo ottiene l’onoreficenza di Grande Ufficiale dal Presidente della Repubblica, in occasione del “Premio Eti – Gli olimpici del teatro”.

Il suo ultimo spettacolo a teatro è stato il riadattamento di Schindler’s List, mentre al cinema è apparso per l’ultima volta nel film di Vincenzo Salemme “Se mi lasci non vale”.

 

Leggi anche