Cefalea, quando una legge di tutela?



La Cefalea è una malattia invalidante, che andrebbe riconosciuta legalmente. A Roma il convegno con il Professore Martelletti evidenzierà la necessità di un “Appello per una nuova legge a tutela dei malati di cefalea”

La Cefalea è di scena oggi, giovedì 29 ottobre alle ore 10,30, a Roma, presso la sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Piazzale Aldo Moro 7, Aula Guglielmo Marconi). Infatti qui si terrà la conferenza stampa dal titolo Appello per una nuova legge a tutela dei malati di cefalea” organizzata dalla Fondazione Charta.

CefaleaIn questo contesto, il professore Paolo Martelletti, (Presidente Eletto della Federazione Europea Cefalee, Presidente della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee, Direttore del Centro Regionale dell’Ospedale Sant’Andrea, Università La Sapienza di Roma), riferirà riguardo il peso epidemiologico e la disabilità derivante dalle cefalee. Attualmente questa patologia è da considerarsi al sesto posto tra quelle invalidanti, addirittura prima del diabete, della broncopatia cronica ostruttiva (Bpco) e di altre patologie di carattere psichiatrico.

La cefalea crea problemi non solo sociali ma anche economici: si stima che in Europa l’emicrania comporti costi pari a 27 miliardi di euro all’anno tra ridotta produttività e giorni di lavoro persi. Eppure in tutta Europa la cefalea continua ad essere sottostimata, spesso rimane non diagnosticata e non trattata. In termini di fondi e ricerca, malgrado la sua alta prevalenza, la cefalea è tutt’ora trascurata.

I pazienti affetti da cefalea primaria in Italia sono il 37,5 % della popolazione. Una percentuale che viene ulteriormente ripartita: il 14,7 % soffre di emicrania, il 20,8 % di cefalea tensiva, il 3,3 % di cefalee croniche, l’1 % di cefalea a grappolo e un altro 1 % di cefalea da abuso di medicamenti, come evidenziato dai dati ATLAS OMS e GBD 2013. Numeri importanti che fanno presagire la necessità di arrivare in tempi brevi all’approvazione del Disegno le legge per il “Riconoscimento della Cefalea primaria Cronica come Malattia Sociale”, messo a punto dal Gruppo Interparlamentare sulle Cefalee.

La conferenza stampa farà da preambolo al convegno che si svilupperà nella stessa giornata di giovedì e proseguirà anche venerdì 30 e sabato 31 ottobre.Tra i partecipanti alla conferenza stampa oltre al professore Paolo Martelletti, il senatore Andrea Mandelli e l’onorevole Giuditta Pini.

Leggi anche



Articolo precedenteIl Volo: primo libro autobiografico in arrivo
Prossimo articoloBMTA, la conferenza d’apertura
Avatar
Classe 1986, specializzata con lode in Storia dell'Arte Contemporanea [cattedra di Carla Subrizi, La Sapienza] con la tesi “Trouble Every Day: Tous Cannibales, la voracità da tabù ad arte, dall’arte alla società”. Da sempre interessata all’arte come alla scrittura, e alla comunicazione in genere, scrive di cultura, politica e attualità. Storica dell’Arte, esperta SEO e freelancer per vocazione, attualmente collabora anche con Artribune e Tiragraffi Magazine. Da marzo 2013 cura un personale blog sull’arte: ArtFriche Zone. “Soltanto quando il senso di associazione nella società non è più abbastanza forte da dare vita a concrete realtà, la stampa è in grado di creare quell’astrazione, il pubblico” (Dwight MacDonald).