Sky, Champions League
Foto: Uefa Champions League

La finale della Champions League 2020/21 è in programma in Turchia ma il peggioramento della pandemia nel paese potrebbe spingere la Uefa a cambiare sede

Manchester City-Chelsea è la finale della Champions League 2020/21. Il match attesissimo, però, ancora non si sa dove si giocherà. Sulla carta è ancora Instanbul la sede ufficiale, ma la Uefa a breve potrebbe anunnciare un cambio. Per il secondo anno consecutivo infatti la Turchia dovrà rinunciare alla finale di Champions a causa di un peggioramento della pandemia nel paese. La decisione è stata presa nonostante le rassicurazioni del governo di Ankara che aveva addirittura messo sul piatto un accesso allo stadio Ataturk di 25 mila spettatori.

Potrebbe interessarti:

Le ipotesi portoghesi e inglesi

Ad oggi l’ipotesi più accreditata ma anche più recente è quella relativa al ritorno a Lisbona, che ha ospitato le ultime partite della scorsa edizione della Champions League, conclusa con la vittoria del Bayern Monaco contro il PSG. L’impianto più idoneo sarebbe il Da Luz mentre rimane aperta anche la via che porta al do Dragao, a Porto, qui però permangono dubbi che riguardano gli spazi troppo stretti per ospitare l’enorme macchina organizzativa Uefa. 

Per quanto riguarda invece una finale totalmente inglese da disputarsi a Wembley, il Times parla di “problemi insormontabili” tra Uefa e governo britannico sulla questione della quarantena obbligatoria degli addetti ai lavori. Problemi appunto non risolti che hanno raffreddato l’ipotesi di una finale full-english.

Letture Consigliate