20 Novembre 2017 - 09:58

Il pluriomicida Charles Manson è deceduto ieri ad 83 anni

charles manson

Charles Manson, autore di una serie di omicidi negli anni ’60, è morto all’età di 83 anni presso l’ospedale di Bakersfield in California

Dopo la notizia di pochi giorni fa, circa le sue gravi condizioni di salute, Charles Manson è morto. Il capo della setta parareligiosa che nel 1969 realizzò ben sette omicidi, ha perso vita ieri all’ospedale di Bakersfield, in California, dove era stato trasferito dal carcere di Corcoran. Era detenuto lì  dal gennaio 1971 con l’accusa di “cospirazione finalizzata a commettere omicidi“. Nello stesso anno fu condannato alla pena di morte, successivamente comminata in nove ergastoli. Tra i progetti del famoso regista Quentin Tarantino vi è quello di creare un film sulla vita di questo spietato killer.

Scopriamo di più sulla sua vita

Manson nacque a Cincinnati, in Ohio. A quanto pare suo padre era un certo colonnello Scott, ma Charles decise di prendere il cognome di William Manson, un uomo con il quale la madre aveva intrattenuto una relazione. La sua è stata una vita passata tra uno motel e l’altro con una madre costretta a prostituirsi. Dopo essere stato affidato ad vicini di casa o  probabilmente agli zii, Manson cominciò a commettere furti e rapine. A soli  16 anni fu arrestato per avere portato un’auto rubata oltre il confine. Da quel momento in poi passò un istituto correzionale all’altro e poi di nuovo in prigione. Venne arrestato di nuovo per gestire un giro di prostituzione, ha passato dieci anni nella prigione di McNeil Island nello stato di Washington.

Manson aspirava a una carriera nella scena musicale

Durante il periodo della detenzione si rimise a studiare e diventò un esperto di esoterismo, negromanzia, ipnotismo, scientologia e magia nera, e imparò anche a suonare la chitarra. Grazie a questo riuscì a farsi notare dal  produttore dei Byrds, Terry Melcher, e Dennis Wilson dei Beach Boys. Questi incisero una canzone di Manson, “Never learn not to love, come lato B del singolo “Bluebirds Over the Mountain“. Però Manson non fu molto contento, perché parte del testo da lui scritto era stato modificato.

Non è ancora chiaro se il sanguinario criminale statunitense, morto ad 83 anni, verrà sepolto al cimitero di Cincinnati.