Cina, Carrefour vende le quote alla Società Suning

carrefour
foto: profilo facebook carrefour italia

Entro la fine del 2019, la catena di supermercati francese Carrefour lascerà la Cina. La società Suning ha acquisito la quota di maggioranza

Carrefour, una delle più grandi catene di ipermercati e supermercati, lascerà la Cina entro la fine del 2019. La Società cinese Suning, infatti, ha acquisito la quota di maggioranza, e più precisamente l’80% delle partecipazioni di Carrefour China, per un importo che si aggira attorno ai 620 milioni di euro. Il restante 20%, quindi, rimarrà alla società francese, che conserverà inoltre due dei sette posti all’interno del consiglio di vigilanza. Inoltre, considerando le percentuali di acquisizione, l’intero giro di affari dovrebbe aggirarsi attorno a 1,4 miliardi di euro. 

In Cina, la catena francese stanziatasi nel 1995 gestisce ben 210 ipermercati e 24 mini market. Solo nel 2018, il fatturato al netto delle vendite ha fatto registare incassi per 3,6 miliardi di euro. 

Un investimento per i cinesi di Suning che potrà fruttare molti introiti, vista la grande area ricoperta dai locali Carrefour. La società proprietaria dell’Inter non è nuova ad investimenti di questa portata. Ad inizio anno ha già effettuato una transazione dalle grosse dimensio, acquisendo i 37 negozi di Wanda Group. 

Il colosso cinese Suning, ricordiamo, è una società ad azionatario diffuso, e può contare su oltre 1600 negozi in più di 700 città tra Cina e Giappone.