Cina, nate gemelle con DNA modificato e resistenti all’HIV

cina dna modificato

Sono nate in Cina due gemelle il cui DNA è stato modificato. Grazie a questo esperimento, risultano resistenti al virus dell’HIV

Secondo un ricercatore cinese che ha reso pubblica la notizia, in Cina sarebbero nate due gemelle con DNA modificato. Tramite una tecnica chiamata Crispr (detta anche del “copia-incolla”), i ricercatori della Southern University of Science and Technology di Shenzhen, sono riusciti a creare un DNA umano resistente al virus dell’HIV. Anche uno scienziato americano sostiene di aver partecipato al progetto, si legge su ANSA, e di aver utilizzato una tecnica per l’editing del genoma vietata negli USA.

In particolare, i ricercatori sono andati a modificare il gene sul quale il virus dell’HIV si lega, il CCR5. In questo modo, le gemelle dovrebbero risultare immuni dall’AIDS, una delle malattie a trasmissione sessuale più diffusa al mondo.

Secondo molti accademici, l’esperimento non è eticamente corretto, in quanto si tratta di vera e propria sperimentazione umana. Infatti, per ottenere questi risultati, sette embrioni sono stati alterati durante le cure per la fertilità. Solo una gravidanza, però, è giunta al termine. L’università cinese precisa, tuttavia, di aver condotto la sperimentazione con il consenso del comitato etico.

La ricerca, divulgata dalla rivista del Massachusetts Institute of Tecnology (Mit), Technology Review, pone molti quesiti su fin dove la sperimentazione dell’uomo possa spingersi. Indubbiamente, qualora questo studio dovesse essere confermato, si aprirebbero nuove strade verso la cura di malattie come AIDS, vaiolo e colera.