Confindustria: patto con la CGIL di Landini in vista?



Landini

Dopo la nomina di Maurizio Landini come segretario della CGIL, Vincenzo Boccia apre la possibilità. L’incontro tra i due è già fissato

Una vera e propria rivoluzione in vista per quanto riguarda i sindacati dei lavoratori. La nomina di Maurizio Landini alla CGIL promette di ribaltare la situazione e di vivacizzare le vicende legate alla tutela e ai diritti dei lavoratori.

Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, sembra molto contento della nuova nomina del segretario. A margine di un convegno di Intesa Sanpaolo, si sono mossi i primi passi per una possibile intesa tra le due associazioni, che potrebbe ritornare utile ad entrambe le parti. Il numero uno di viale dell’Astronomia ha infatti commentato l’elezione di Maurizio Landini a nuovo leader della Cgil, esternando la volontà di volerlo incontrare nei prossimi tempi.

Lo incontreremo. Non entriamo nelle scelte del sindacato, ma con CGIL, CISL e UIL c’è un tavolo aperto. Dovremmo continuare a parlare dell’evoluzione del Patto per la fabbrica.” ha dichiarato Boccia.

Infine, il presidente ha rivolto un appello al Governo, chiedendogli espressamente di intervenire per evitare un possibile rallentamento delle operazioni a tutela dei lavoratori.
Un piano B senza ricorso al deficit, aprire immediatamente i cantieri con un investimento di 26 miliardi. Occorre prepararsi e mettersi in sicurezza e questo piano che abbiamo preparato da 26 miliardi è la prima cosa da fare, una sorta di ‘sbloccacantieri’ con decreto immediato.

Leggi anche