Conte dpcm zona bianca Governo

Già all’inizio di Dicembre, secondo Giuseppe Conte, avremo le prime dosi contro il Coronavirus. A Novembre i dati della sperimentazione

Si avvicina il momento fatidico. Sarà possibile ritornare a sperare in un futuro roseo? La risposta starà tutta nel vaccino contro il Coronavirus. La fine della sperimentazione dell’antidoto è prevista ad Oxford per fine Ottobre. Una manciata di impianti hanno già avviato i test per le prime dosi e per la produzione del farmaco. Anche Giuseppe Conte, premier dell’Italia, naturalmente interessato agli sviluppi della vicenda, ha annunciato a tutti le tempistiche della sperimentazione. Il primo ministro spera che arrivino per Novembre/Dicembre.

Potrebbe interessarti:

Se le ultime fasi di preparazione, il cosiddetto ‘rolling review’, del vaccino Oxford-Irbm Pomezia-Astrazeneca saranno completate nelle prossime settimane, le prime dosi saranno disponibili all’inizio di Dicembre. Già all’inizio di Dicembre avremo i primi due o tre milioni di dosi. Altri milioni ci arriveranno subito dopo. La Commissione Europea ha commissionato ad Astra Zeneca e ad altre società alcune centinaia di milioni di dosi. Penso che per contenere completamente la pandemia dovremo aspettare comunque la prossima primavera.” ha dichiarato Giuseppe Conte.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, aveva indicato già le prime categorie da vaccinare in maniera assoluta. Si tratta di operatori sanitari, forze dell’ordine e anziani nelle Rsa, in quanto sono il settore più esposto al contagio da Coronavirus. Arrivare a coprire tutta la popolazione, poi, sarà un lavoro lungo, di mesi o anni.
Secondo Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di microbiologia dell’università di Padova, i tempi saranno lunghi.
Non penso che se ne parli prima del 2022. Solo allora tutti potranno avere accesso a un vaccino che funzioni.” ha dichiarato.

Letture Consigliate