Coronavirus, fermati i due ladri di champagne



Carabinieri coronavirus ladri champagne
immagine da pixabay

Coronavirus: erano usciti di casa per rubare dello champagne, fermati ieri. Accade nel genovese, i protagonisti due giovani rumeni

In netta inottemperanza al DPCM del 9 Marzo scorso contenente le misure per fermare la diffusione del Coronavirus, due giovani rumeni di 22 e 24 anni la sera del 14 Marzo si erano recati in un’enoteca per rubare due bottiglie di champagne da 609 Euro.

Le telecamere di sorveglianza presenti nell’esercizio, hanno permesso agli uomini del commissariato di Sestri Ponente (uno dei quartieri del ponente genovese) di mettersi sulle tracce dei ladruncoli: la caccia è finita ieri pomeriggio quando i due ladri dello champagne sono stati fermati in Piazza Montano con l’accusa di furto in concorso.

In loro compagnia, c’erano anche altri due giovani connazionali denunciati per inosservanza al decreto anti-coronavirus diramato lo scorso 9 Marzo dal presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte.

Lo stesso Premieri ieri sera, in diretta facebook, ha annunciato una stretta sulle restrizione per il contenimento del contagio da Covid-19: chiuse tutte le attività non essenziali, escluse farmacie, parafarmacie e supermercati. (qui tutte le misure adottate almeno fino al 3 Aprile nel dettaglio).

“Rallentiamo il motore produttivo dell’Italia ma non lo fermiamo”così il Presidente Conte ieri sera a tutti i suoi concittadini collegati in streaming dalle loro case.

Leggi anche