21 Dicembre 2017 - 14:23

Damian Green si dimette, Theresa May rimane senza il suo numero 2

Damian Green

La Premier britannica si è detta “molto triste” per le dimissioni del suo vice Damian Green, al centro di uno scandalo che mina alla moralità del suo esecutivo

È stata la Bbc a rendere note le dimissioni di Damian Green, numero due dell’esecutivo britannico guidato da Theresa May. Secondo le agenzie di stampa americane, la premier sarebbe molto dispiaciuta della decisione del suo braccio destro, che era finito al centro di uno scandalo quando nel suo personal computer erano state trovate foto dalla dubbia moralità.

È stata la stessa May a chiedere a Damian Green di “fare un passo indietro”

Come si sa, la premier britannica ed il suo numero due sono legati da un rapporto di profonda stima ed amicizia fin dagli anni della gioventù. E’ facile dunque intuire quanto per la May sia stato difficile chiedere a Green di fare un passo indietro, dal momento in cui il suo comportamento viola il codice di condotta, ed ha portato l’esecutivo al centro di una ciclonica inchiesta interna che hanno smontato, una per una, le “dichiarazioni inesatte e fuorvianti” del reo.

Nella sua lettera di dimissioni, pare che Green abbia provveduto a far pervenire le sue scuse.