Decreto Sicurezza: la prova del Senato è superata



vicepresidenti Senato Milleproroghe Decreto Sicurezza

Il Governo Conte supera la prova di fiducia al Senato sul Decreto Sicurezza. Permane, però, la fronda interna anti-decreto del M5S

Fasi particolarmente concitate oggi in Senato. Finalmente, è il giorno della prima fiducia del Governo Conte per il Decreto Sicurezza e Immigrazione, incentrato sulla stretta delle politiche d’accoglienza e voluto da Matteo Salvini.

La questione di fiducia posta dall’Esecutivo riguarda il via libera al maxi-emendamento 1.900. Quest’ultimo sostituirà il ddl di conversione del Dl 113/2018, in modo da compattare la maggioranza.

12.18 – Casellati proclama il risultato della votazione. Con 241 senatori votanti e 163 senatori favorevoli, il decreto passa al Senato. Ora è ufficiale. Il Decreto Sicurezza è realtà. Naturalmente restano preclusi gli altri disegni di legge.

11.43 – Quattro i parlamentari del M5S che usciranno dall’Aula: De FalcoNugnesMantero e Fattori. Dunque, all’interno dell’alleanza di Governo permangono le “mosche bianche”.

Leggi anche