Elezioni midterm: dem in calo nei sondaggi, ma restano favoriti



sondaggi

Dopo un leggero rialzo, la sinistra americana è in calo per le elezioni di midterm. I dem, però, restano favoriti per il voto alla Camera

Un leggero calo, ma non preoccupante. I dem calano negli ultimi sondaggi, ma restano in pole per conquistare la Camera nelle elezioni di midterm. In Georgia si alimenta la polemica, per la decisione di un candidato repubblicano di aprire un’inchiesta contro i democratici locali per un fallito hackeraggio del sistema di registrazione del voto.

L’indagine è stata annunciata dal segretario di stato Brian Kemp, rivale di Stacey Abrams, potenziale prima governatrice afro-americana negli USA. L’America intanto è percorsa dai comizi e dai sondaggi dell’ultima ora prima del voto di martedì.

Secondo l’ultimo sondaggio, nel midterm i dem hanno perso terreno, ma mantengono il loro vantaggio nella corsa per la Camera tra gli elettori registrati. 50% contro il 43%, vantaggio quasi sufficiente per far cantar vittoria in anticipo alla leader della Camera, Nancy Pelosi. Lo stesso presidente Trump ha quasi gettato la spugna, ammettendo che i dem potrebbero vincere alla Camera.

In attesa del voto, queste elezioni hanno già incassato due record: quello del voto anticipato (31,5 milioni di elettori) e di elezioni più costose, con oltre 5 miliardi di dollari spesi (+35% sul 2014).

Leggi anche