Mentre Ermal Meta è impegnato in Europa come headliner di Hit Week, esce il video di “Piccola anima”

Ermal Meta a giusta ragione è stato scelto come rappresentante della musica italiana in Europa. E come potrebbe essere altrimenti? Dalla scorsa edizione del Festival di Sanremo, quella 2017, in cui il cantautore ha ottenuto il terzo posto e trionfato tra le cover con una sua originale proposta di “Amara terra mia” di Domenico Modugno, da allora non ne ha sbagliata una.

Prima l’album Vietato Morire, il più venduto tra gli EP sanremesi, poi le innumerevoli date sold out di un Tour incredibile e colmo di belle soddisfazioni, tra cui l’ambito Premio Radio 105.

Ermal Meta ha stupito tutti anche in occasione del duetto con l’artista internazionale Jarabe De Palo, con il quale ha interpretato una special version di Voodoo Love, contenuta nella Deluxe edition di Vietato Morire.

Di questa particolare raccolta ne fa parte anche“Piccola anima” cantata con Elisa. Il brano era stato ascoltato in anteprima ad Amici e poi presentato ufficialmente durante il concertone evento organizzato per i vent’anni in musica dell’artista friulana.

Tra la notte del 9 e il 10 novembre è stato pubblicato su Vevo il video di “Piccola anima”, scatenando immediatamente le reazioni dei Lupi di Ermal, in attesa del minuto spaccato per far click sull’ultimo capolavoro regalato loro dal cantante di Vietato Morire.

Il videoclip è stato girato nel cuore della notte per ricreare atmosfere oniriche e al tempo stesso inquiete, così da suggerire appieno l’idea protagonista del racconto. L’ascoltatore percepisce la fragilità di questa “Piccola anima” che si muove nel bel mezzo dei vicoletti della periferia latinese, in cui si vedono comparire due narratori invisibili che portano il volto di Ermal Meta e di Elisa.

I due ragazzi che recitano nel video sono vicini nell’intenzione, lontani  sentimentalmente. Lei a passo svelto avanza, gli sfugge, ma in realtà è insito in lei il desiderio di raggiungerlo. Intorno a loro il tempo si ferma e proiezioni di emozioni si staccano dall’io fisico. Lui le porge la mano e chiede l’accesso all’interno del suo universo interiore, fatto di tormenti e di sogni infranti. Lei accetta?

L’aria notturna fa respirare frescura e la luna che non si vede, ma si immagina, osserva dall’alto  una storia di amore e di protezione.

Il videoclip di “Piccola anima” è fedele alla canzone, non delude, anzi sorprende. Il tocco più prezioso è dato dalle voci di Ermal Meta e di Elisa, insieme stanno benissimo. Riavvolgere il carillon costruito da “Piccola anima” è un piacere. È un’esperienza quasi necessaria, spontanea, che fa bene all’anima.

Ermal al momento è in viaggio come headliner di Hit Week, il festival itinerante di musica italiana in Europa e nel mondo. I suoi fan lo aspettano l’11 novembre a Dublino, il 12 a Barcellona, il 13 a Madrid e il 17 novembre a Miami.