Polonia passa gli Ottavi, rigore fallito da Xhaka

La Svizzera esce da Euro 2016 tradita da Xhaka ai rigori dopo l’1-1 al 120′. Festeggia la Polonia: è uno storico quarto di finale

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Iniziano col botto gli ottavi di finale di Euro 2016: la Polonia si salva ai rigori, estromettendo dalla competizione una Svizzera prima guardinga e poi sfortunata. Ai supplementari finisce 1-1; dal dischetto l’unico errore è quello di Xhaka, l’uomo più atteso a disposizione di Petkovic dopo il passaggio all’Arsenal. La Polonia continua a non convincere davanti, dove Lewa e Milik non stanno facendo la differenza, ma ha in Blaszczykowski un uomo capace di sopperire alle difficoltà degli attaccanti, e in un assetto di squadra granitico la forza del collettivo. La squadra di Nawalka irrompe ai quarti di Euro 2016 con la consapevolezza di chi può fare della propria solidità un’arma impropria.

KUBA-GOAL

La Svizzera di Vlado Petkovic si schiera con il collaudato 4-2-3-1, in cui Lichtsteiner fa il pendolino tra difesa e attacco sulla fascia destra, Dzemaili e Behrami compongono la diga centrale alle spalle del trio di trequartisti Shaqiri, Xakha, Mehemdi. Seferovic unica punta. Nawalka, risponde tornando all’antico 4-4-2: difesa comandata dal torinista Glik e centrocampo roccioso con Krychowiak e Maczynski. In attacco la coppia dei sogni Lewandowski-Milik, coadiuvata da Grosicki e Blaszczykowski larghi.

Eppure la coppia di attaccanti polacca continua a non convincere: passano 50’’ quando Djourou e Sommer regalano palla a Milik, che però spara altissimo a porta spalancata. Il primo tempo, comunque è interamente di marca polacca: prima Grosicki e poi ancora Milik non trovano la rete (attento Sommer, mentre Lewandowski non si vede nemmeno per sbaglio). La Svizzera prova a rispondere con qualche conclusione senza troppe pretese dalla distanza (prima Dzemaili e poi Rodriguez non creano problemi a Fabianski), ma chiude il primo tempo meritatamente in svantaggio. La Polonia passa, infatti, al 39’ grazie al viola Blaszczykowski, abile a sfruttare la giocata di Gosicki e a battere Sommer con freddezza.

euro 2016 xhaka sbaglia ai rigori
La Polonia passa ai rigori contro la Svizzera (guardian.co.uk)

MAGIA SHAQUIRI

Nella ripresa Petkovic prova a scuotere la sua squadra dal torpore, inserendo quasi tutto il suo plotone offensivo. Gli ingressi di Deriyok ed Embolo ridanno vivacità ad una squadra quasi totalmente passiva nel primo tempo, mettendo alle corde una Polonia che inizia ad accusare la stanchezza. Fabianski è costretto agli straordinari su un missile di Shaquiri e su una punizione avvelenata di Rodriguez e si salva su una traversa clamorosamente colpita da Seferovic. La porta polacca capitola (per la prima volta a Euro 2016) all’82’, ed è un goal da leggenda: Shaqiri raccoglie un batti e ribatti al limite dell’area e scaraventa in porta una rovesciata volante dal limite imprendibile per Fabianski. Probabilmente il goal più bello di Euro 2016.

ASSALTI VANI

L’over-time è l’epilogo naturale di una partita spaccata a metà. Stanchezza e paura prendono il sopravvento sull’intensità vista nei regolamentari, e il primo supplementare si contraddistingue solo per l’ammonizione nella Svizzera di Schar (diffidato) le uscite nella Polonia di Maczynski (stremato) e Grosicki. Dentro Jodlowiec e Peszko. Il secondo supplementare è un assedio svizzero alla porta polacca, che resta in piedi ancora una volta grazie Fabianski: Derdiyok brucia Piszczek e Pazdan sul tempo, ma si vede respingere il suo colpo di testa a botta sicura dal miracolo dell’estremo polacco. Ancora Derdiyok ha la grande occasione in contropiede, ma Pazdan gli stoppa il tiro a due metri dalla porta. La Svizzera spinge, ma il fortino polacco regge fino ai rigori, non prima che Piszczek tenti l’incursione d’orgoglio, bloccata dalla difesa svizzera.

RIGORI FATALI – XHAKA FALLISCE

Lichtsteiner e Lewa non sbagliano; Xhaka spara in curva il suo rigore in curva, mentre Shaqiri e Milik fanno il loro. Glik scarica un bolide da difensore puro alle spalle di Sommer, mentre Kuba e Schar la piazzano di giustezza. Rodriguez dà l’ultima speranza alla Svizzera segnando il suo penalty, ma Krychowiak piazza la sua bomba sotto la traversa, mandando la Polonia ai quarti di Euro 2016. Per la Svizzera è una sconfitta non meritata, e per questo ancor più bruciante.

[ads2]

Letture Consigliate