Home Varie

Fabri Fibra fa ancora notizia

fabri fibra
Tale sentenza non si riferisce ad un suo album nuovo, o di prossima uscita, bensì ad una produzione del 2013, “Guerra e pace“, e nello specifico alcuni versi del brano A me di te“. In questa canzone, il leggiadro Fabri Fibra si scagliava violentemente e pesantemente con l’allora amatissimo Valerio Scanu. Secondo i versi di quel brano, Scanu sarebbe una donna e addirittura, dopo avergli abbassato i pantaloni, il rapper avrebbe trovato un tanga.
Il tribunale di Milano ha emesso la sentenza nei giorni scorsi, una situazione senza precedenti nel panorama dell’hip hop italiano, condannando Fabrizio Tarducci, in arte Fabri Fibra, a pagare una multa con tanto di provvisionale di 20mila euro a Valerio Scanu perché, spiega la sentenza, avrebbe offeso e leso la reputazione del cantante sardo, prendendo in giro il suo orientamento sessuale, mai per altro esplicitamente dichiarato dall’ex concorrente di Amici.  
Scanu e i suoi legali, intanto, si dichiarano soddisfatti, ma Fabri Fibra? A nulla è servito spiegare che il rap deriva dalla strada, è la musica della ribellione, ed è fisiologico che contenga parole e frasi pesanti, altrimenti non sarebbe rap ma solo pop con un beat di base molto più veloce e ritmato.
Niente, non hanno voluto sentire ragione i giudici di Milano: Fabri Fibra deve sganciare la grana. Speriamo che questa vicenda, sinceramente paradossale, gli ispiri qualche nuovo lavoro. E poi, diciamocela tutta, se Eminem dovesse pagare per ogni frase oscena che scrive nei suoi testi non sarebbe milionario ma userebbe i suoi soldi per pagare la gente che offende.
[ads2]
Letture Consigliate