facebook suicidio

Da Palo Alto l’ultima funzionalità di Facebook: contribuire a combattere il suicidio degli Stati Uniti

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Già dal 2011 il noto social network ha dato agli utenti la possibilità di segnalare contenuti potenzialmente suicida, ma il supporto di prevenzione richiedeva agli utenti di caricare uno screenshot o d’indicare un link al post, direttamente sulla pagina dedicata alla segnalazione di contenuti sospetti di Facebook.

La versione aggiornata della funzionalità integra la possibilità di segnalare un contenuto direttamente dal post.facebook suicidi

In che modo? È stato integrato un pulsante “bandiera”: se un amico di Facebook pubblica un post preoccupante, gli utenti possono segnalarlo cliccando sulla bandiera inserita direttamente sul post.

Sarà premura di Facebook far esaminare da un team di specialisti la segnalazione ed eventualmente prendere provvedimenti.

Facebook s’impegna così a contattare l’autore del post segnalato, con un messaggio pop-up, dove s’invita la persona a scegliere se contattare un amico per avere un supporto o contattare un servizio di assistenza al suicidio.

Facebook, se lo riterrà opportuno, invierà una segnalazione alle organizzazioni sanitarie di prevenzione al suicidio come la National Suicide Prevenzione Lifeline, Innovations in Suicide Prevention, Now Matters Now e Save.org.

La società di Zuckerberg ha sottolineato tramite Rob Boyle, Facebook Product Manager, e Nicole Staubli, Facebook Community Operations Safety Specialist, che Facebook è uno strumento di prevenzione e che non si sostituisce ai servizi di emergenza locale.

La funzione sarà attiva negli Stati Uniti, non è ancora chiaro se sarà reso disponibile a livello mondiale.

[ads2]

Letture Consigliate