Oltre 500 luoghi aperti in 130 città d’Italia domenica 18 ottobre con FAImarathon, un’iniziativa del FAI. Fino al 31 ottobre sconti sull’iscrizione online

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Domenica 18 ottobre torna il grande evento autunnale del FAI (Fondo Ambiente Italiano), con la quarta edizione della FAIMARATHON, con il patrocinio del MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) e della Rai, un appuntamento nazionale a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia” e per la prima volta a cura dei giovani volontari della Fondazione.

FAIMARATHON 2015

Un’occasione imperdibile per scoprire le meraviglie nascoste del Belpaese, suddivise in 130 itinerari in altrettante città d’Italia (giardini ottocenteschi, dimore storiche, caserme dei pompieri, musei musicali, prestigiose collezioni d’arte, negozi storici, chiostri, angoli delle nostre città spesso trascurati), con 3.500 volontari del FAI che faranno da ciceroni nelle visite guidate (a contributo libero) a luoghi spesso inaccessibili e chiusi al pubblico come palazzi, chiese, teatri, giardini e cortili, aprendo le porte di oltre 500 tesori d’arte e natura poco noti del nostro meraviglioso Paese in una grande festa culturale.

Fonoprint Studios di Bologna. Gli studi di registrazione apriranno solo agli iscritti FAI

Con la tessera FAI, è possibile saltare le code e visitare tanti luoghi aperti con ingressi riservati in esclusiva per gli iscritti; l’iscrizione al FAI costa 29 euro (anziché 39 euro) fino al 31 ottobre, per una speciale promozione online riservata ai nuovi sostenitori con 10 euro di risparmio su tutte le quote annuali mentre la tessera, valida 12 mesi dalla data di iscrizione, consente di entrare in tutti i Beni del FAI: ville, castelli, musei, abbazie e boschi, con molte agevolazioni e vantaggi: la possibilità di partecipare ai corsi di storia dell’arte che si svolgono ogni anno a Milano con docenti esperti e di usufruire di sconti per numerosi festival musicali italiani, il diritto a sconti sugli abbonamenti a più di 70 riviste e sull’acquisto di libri in molte librerie italiane, l’opportunità di visitare con soli 5 euro il Castello del Buonconsiglio a Trento (il più grande complesso monumentale della regione), il Museo del Novecento a Milano (gratuitamente) per scoprire le 400 opere dedicate all’arte italiana del XX secolo, il Museo dell’Olio (Antico Frantoio) a Bucchianico (in provincia di Chieti, in Abruzzo) con uno sconto del 30%, il Museo Cappella Sansevero a Napoli con 5 euro e il Castello di Carlo V in Puglia (principale fortificazione di Lecce) con uno sconto sul biglietto del 33% e tante altre offerte sparse per ogni regione d’Italia, consultabili sul sito www.fondoambiente.it.

Per quanto riguarda la Giornata FAI d’Autunno di domenica 18 ottobre, le aperture esclusive e gli itinerari consigliati si possono trovare sul sito www.faimarathon.it; nel segnalarvi qualche luogo, ricordiamoci di «contribuire a salvare l’Italia proteggendo il paesaggio, l’arte e la natura» come recita lo slogan del FAI. E perché il Belpaese, nonostante tutto, resta un posto ammaliante dal fascino imparagonabile:

-Roma: una passeggiata nelle strade del quartiere sorto alle spalle di Villa Borghese in occasione dell’Esposizione Universale del 1911, Villa Poniatowski e i Giardini della GNAM (Galleria Nazionale di Arte Moderna)

-Venezia: L’isola di San Lazzaro degli Armeni

FAImarathon, un giro nell'Italia segreta
L’interno della chiesa di San Giovanni a Carbonara

-Bologna: Fonoprint Studios, negli studi di registrazione di musica leggera dove hanno inciso i loro dischi Lucio Dalla, Vasco Rossi, Laura Pausini, Luciano Ligabue, Francesco Guccini, Eros Ramazzotti, Zucchero, Andrea Bocelli, Gianni Morandi

-Napoli: Casa del pittore e poeta Giuseppe Zevola, Stanze del Lazzaretto dell’ex Ospedale della Pace, Chiesa di San Giovanni a Carbonara

-Bari: Suite Barese in Tre Tempi, Palazzo Fizzarotti

La Giornata del FAI tornerà nella primavera del 2016.

[ads2]

Letture Consigliate