Festa della mamma: il 10 maggio un’Azalea per la ricerca



festa della mamma airc
immagine da pixabay

Una Festa della mamma speciale è quella promossa da Airc. Anche quest’anno verranno distribuite le famose azalee, ma le piazze saranno virtuali. L’acquisto avverrà infatti online a causa dell’emergenza Covid-19

Domenica 10 maggio ricorre la Festa della mamma. Come ogni anno, la seconda domenica del mese in tutta Italia verranno distribuite le azalee per sostenere la ricerca scientifica contro il cancro. L’iniziativa è sostenuta da AIRC, l’istituto nazionale di ricerca contro il cancro.

Ai tempi dall’emergenza da Covid-19 cambia anche il modo di sostenere la ricerca. AIRC fa sapere dal proprio sito internet che l’acquisto potrà avvenire esclusivamente online. Una scelta dettata dalle attuali misure di contenimento da Coronavirus, correre in piazza potrebbe rappresentare un’occasione di assembramento, rischio che la fondazione vuole evitare.

Niente paura, sarà comunque possibile omaggiare le mamme con la consueta azalea della ricerca, con l’unica differenza che l’ordine avverrà online attraverso la piattaforma di e-commerce Amazon. Dunque una Festa della mamma speciale, anche a distanza. Con questo fiore potremo abbracciare tutte le mamme anche stando lontani e sostenere il lavoro dei 5.300 ricercatori AIRC impegnati a rendere i tumori che colpiscono le donne sempre più curabili.

Azalea della Ricerca AIRC
  • Sostieni AIRC, ordina l’Azalea della Ricerca.
  • L’Azalea della Ricerca sarà inviata in un colore casuale fra quelli disponibili: bianca, rosa, rossa o screziata. Sarà consegnata in una confezione che ne preserva l’integrità.
  • Raccolta pubblica di fondi (art.143 TUIR DPR 917/1986). La tua donazione è fiscalmente deducibile. Tutto il ricavato andrà ad AIRC.

Possiamo ordinare subito la nostra Azalea della Ricerca su airc.it. Per sostenere ora il lavoro dei ricercatori AIRC è possibile chiamare il numero 45521 da telefono fisso per donare 5 o 10 euro, oppure  inviare uno o più SMS sempre al 45521 per donare 2 euro.

 

Leggi anche