Vlahovic, Fiorentina-Lazio
Foto: YouTube

Un uragano il serbo, che con la sua doppietta assicura alla Fiorentina la salvezza. Nervosi i biancocelesti, con espulsione nel finale

Partita vivace a Firenze. La squadra di casa e la Lazio si sfidano in una gara elettrica, con continui cambi di fronte e alta intensità, azioni dovute sicuramente ai sistemi di gioco speculari. Partita che diventa spezzettata nel secondo tempo e che non permette più il gioco dei primi 45′. Fiorentina che torna alla conquista dei tre punti dopo gli ultimi due pareggi con Bologna e Juventus e che ipoteca la salvezza; Lazio che si ferma di nuovo, ma che non intacca la sua qualificazione ormai scontata ai preliminari di Europa League.

Potrebbe interessarti:

La partita

I singoli sin dall’inizio hanno provato a creare azioni, sia per quanto riguarda i gigliati, che i biancocelesti. Più cinica però la Fiorentina, che alla prima vera azione inventata da Castrovilli, trova il gol con un straripante Vlahovic al 32′. Per il giovane numero 9 gigliato è il settimo gol segnato dallo scorso Aprile ad oggi, testimonianze di una crescita costante dell’attaccante, ormai perno centrale dell’offensiva viola.

La Lazio prova a riprendere il pareggio in più occasioni con gli inserimenti continui di Immobile e Correa, pescati quasi sempre in fuorigioco. Da citare anche gli interventi sempre attentissimi di Dragowski che mantengono aggrappata in più occasioni la Fiorentina in vantaggio, sino all’intervallo.

Il secondo tempo si riapre con una Lazio ancora aggressiva che si riversa in attacco nei primi minuti. Ma la partita si evolve come successo nella prima frazione di gioco, con una Fiorentina più concreta ed attratti davvero pericolosa con il sempre attento Vlahovic e Ribery. Biancocelesti che non ci stanno, e che trasformano un match fino a quel momento corretto, in un incontro più maschio: a testimonianza di ciò i quattro gialli presi dai giocatori laziali in soli 17 minuti.

Nel finale, è sempre Vlahovic a trovare il 2-0 per la viola al 88′ su calcio d’angolo e a chiudere definitivamente la partita. Quello dell’attaccante serbo è il 21° gol in campionato, traguardo incredibile che gli consente di essere al secondo posto come miglior realizzatore della nostra Serie A insieme al pari di Romelu Lukaku, alle spalle del solo Cristiano Ronaldo.
Partita che termina con il doppio vantaggio della Fiorentina, e l’espulsione negli ultimi minuti del biancoceleste Pereira per doppio giallo.

Tabellino e marcatori

Marcatori: 32′, 88′ Vlahovic

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Bonaventura (73′ Amrabat), Pulgar, Castrovilli (91′ Martinez), Biraghi; Ribery (86′ Kouame), Vlahovic.
All.: Iachini

Lazio (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu (75′ Muriqi); Lazzari (63′ Luiz Felipe), Milinkovic-Savic, Lucas Leiva (63′ Pereira), Luis Alberto (75′ Akpa Akpro), Lulic (63′ Cataldi); Correa, Immobile.
All.: S. Inzaghi

Ammoniti: 5′ Venuti (gomitata), 28′ Acerbi (eccesso di foga), 44′ Vlahovic (eccesso di foga), 58′ Pezzella (eccesso di foga), 60′ Lucas Leiva (atterramento), 66′ Radu (eccesso di foga), 75′ Marusic (atterramento), 77′ Pereira (eccesso di foga), 91′ Iachini (eccesso di foga), 91′ Cataldi (atterramento),91′ Caceres (eccesso di foga), 98′ Akpa Akpro (eccesso di foga)
Espulsi: – 97′ Pereira (doppio giallo)

Letture Consigliate