Formula 1, si scaldano i motori: uno sguardo alla stagione che verrà

Formula 1
Foto: YT Scuderia Ferrari

La stagione della Formula 1 è pronta a partire. Le variabili della stagione: il calendario, i piloti e le novità che vedremo in pista

La stagione della Formula 1 2020 è pronta ad entrare nel vivo. Domenica prenderà il via in Austra il primo Gran Premio per la felicità degli amanti dei motori. Le variabili sono molte a partire dal calendario per arrivare alle novità in pista.

Il calendario della Formula 1

Il calendario della Formula 1 2020 comprende 8 gare già confermate, con un finale di stagione tutto ancora da scrivere:

  • 5 luglio Gp d’Austria – Spielberg
  • 12 luglio Gp di Stiria – Spielberg
  • 19 luglio Gp d’Ungheria – Hungaroring
  • 2 agosto Gp di Gran Bretagna – Silverstone
  • 16 agosto Gp di Spagna – Catalogna
  • 30 agosto Gp del Belgio – Francorchamps
  • 6 settembre Gp d’Italia – Monza
  • 13 settembre Gp del Mugello, pista di proprietà della Ferrari *
  • 27 settembre Gp di Russia a Sochi *
  • 35 ottobre Gp degli Usa *
  • 1 novembre Gp del Messico *
  • 15 novembre Gp del Brasile *
  • 29 novembre Gp di Abu Dhabi *

*Gare da confermare

Il regolamento in pista

In vista del primo appuntamento è necessario fare un ripasso regolamentare per arrivare preparati alle corse. Il punteggio resterà lo stesso con l’attribuzione di 25 punti al primo classificato, 18 al secondo, 15 al terzo, 12 al quarto, 10 al quinto, 8 al sesto, 6 al settimo, 4 all’ottavo, 2 al nono e 1 al decimo. Confermato anche il punto supplementare per il giro veloce.

Le qualifiche prevederanno lo stesso format della passata stagione di Formula 1, con i soliti tre tagli: Q1, Q2, Q3. Il minutaggio resterà invariato: rispettivamente 18, 15 e 12 minuti con le solite eliminazioni delle vetture, cinque per il Q1 e Q2 con le migliori dieci a giocarsi la pole position nel finale.

Alcune novità per la gestione dei pneumatici. Le gomme fornite dalla Pirelli non cambieranno, con la solita denominazione: C5, C4, C3, C2 e C1 dalla più morbida alla più dura. In ogni gara di Formula 1 potranno essere utilizzati tre dei suddetti compound. La novità riguarda la suddivisione dei treni di gomme. I piloti utilizzeranno per la partenza, la gomma più prestazionale del Q2.

Le scuderie non potranno decidere come ripartirle, ma avranno a disposizione sempre 8 treni di soft, 3 di medie e 2 di hard per ogni pilota. Per il problema Coronavirus, la Pirelli non sarà chiamata a comunicare in largo anticipo quali mescole saranno fornite. Per ridurre le forature, gli alettoni anteriori saranno composti di fibra di carbonio senza parti metalliche. Verrà ridotta anche la quantità di carburante a disposizione: da due litri a un quarto di litro.

Le scuderie avranno a disposizione una power unit ogni sette gare. Per garantire la sicurezza sanitaria, ci saranno alcune modifiche gestionali.

Scuderie e piloti

Mercedes AMG Petronas Formula One Team
Monoposto: W11
Motore: Mercedes
Team principal: Toto Wolff

Piloti: Hamilton L. | Bottas V.

Scuderia Ferrari Mission Winnow
Monoposto: SF1000
Motore: Ferrari
Team principal: Mattia Binotto

Piloti: Vettel S. | Leclerc C.

Aston Martin Red Bull Racing
Monoposto: RB16
Motore: Honda
Team principal: Christian Horner

Piloti: Verstappen M. | Albon A.

Renault F1 Team
Monoposto: R.S.20
Motore: Renault
Team principal: Cyril Abiteboul

Piloti: Ricciardo D. | Ocon E.

Haas F1 Team
Monoposto: VF-20
Motore: Ferrari
Team principal: Gunther Steiner

Piloti: Grosjean R. | Magnussen K.

McLaren F1 Team
Monoposto: MCL35
Motore: Renault
Team principal: Zak Brown

Piloti: Sainz C. | Norris L.

SportPesa Racing Point F1 Team
Monoposto: RP20
Motore: BWT Mercedes
Team principal: Otmar Szafnauer

Piloti: Perez S. | Stroll L.

Alfa Romeo Racing
Monoposto: C39
Motore: Ferrari
Team principal: Frédéric Vasseur

Piloti: Raikkonen K. | Giovinazzi A.

AlphaTauri
Monoposto: AT01
Motore: Honda RA620H
Team principal: Franz Tost

Piloti: Kvyat D. | Gasly P.

Williams Racing
Monoposto: FW43
Motore: Mercedes
Team principal: Claire Williams

Piloti: Russel G. | Latifi N.