Russell
Immagine di Russell presa da YouTube

La scuderia Mercedes ha confermato negli scorsi giorni la volontà di supportare la Williams nelle prossime stagioni

Questo accordo strategico stipulato tra la Williams e la Mercedes, non si limiterà più a fornire le power unit come accadeva dall’avvento dei motori ibridi, ma forniranno anche altri “aiuti” come il cambio e altre componenti idrauliche. Questo patto che avrà inizio a partire dal 2022, fornirà un grandissimo supporto alla scuderia inglese.

Potrebbe interessarti:

Fino alla scorsa stagione le componenti come il cambio per le monoposto inglesi venivano prodotte nella fabbrica a Grove. Con questo accordo invece la Williams potrà concentrarsi sullo sviluppo del telaio risparmiando risorse e ottimizzando i tempi.

Su questo patto si è espresso anche il team principal della Mercedes Toto Wolff: “Per la Williams è sensato acquistare la power unit completa, visto che si affida a noi dal 2014, allo stesso tempo per noi ha una logica economica supportare altro team quando scatteranno i nuovi regolamenti”.

A questo si aggiunge il commento del numero uno della Williams Simon Roberts. Dovevamo reagire alla situazione economica attuale garantendo che il team fosse nella migliore condizione possibile per competere nelle prossime stagioni”.

Questo perché l’accordo ha anche lo scopo di fornire aiuto economico alla scuderia inglese, che è impegnata nel gestire una situazione economica non proprio fiorente. Questo spiega anche perché Gorge Russell, giovane promettente allevato dalla Mercedes sia rimasto in Williams superando addirittura l’altro promette pilota che risponde al nome di Sergio Perez.

In conclusione dal 2022 ci si possono aspettare grandi risultati da entrambe le scuderie di formula 1 ma sopratutto da parte dei due giovani piloti in particolare dal giovane Perez che da quest’anno correrà in Red Bull.

Letture Consigliate