Frontiera: il cortometraggio vince il David di Donatello

Frontiera
Dalla pagina Facebook ufficiale "Premi David di Donatello"

“Frontiera” di Alessandro Di Gregorio vince il David di Donatello. La storia mette in scena il dramma dei migranti e cerca di allentare il confine tra Italia e immigrazione

Frontiera è una cruda storia sull’attualissimo tema dell’immigrazione, ambientato a Lampedusa. I protagonisti, interpretati da Fiorenzo Madonna e Bruno Orlando, si incontrano per la prima volta sul ponte del traghetto diretto a Lampedusa. Dovranno, rispettivamente, raccogliere corpi morti e poi seppellirli.

Fiorenzo Madonna, interprete del sommozzatore, si impone un controllo molto forte dinanzi alla straziante visione. Bruno Orlando, nei panni del necroforo, si mostra impavido all’inizio della missione, per poi crollare in una forte fragilità. Il punto di vista reso è quello di due italiani, due come noi (come dichiara Madonna), che vivono la tragica realtà degli immigrati.

Il messaggio finale è arricchito da immagini di un reportage sulla strage di Lampedusa del 2013, la ricostruzione di una sorta di cimitero marino. Alessandro Di Gregorio, successivamente alla vittoria del David, ha dichiarato: Le frontiere geografiche sono solo immagini disegnate dagli uomini sulle cartine. Il vero problema sono quelle mentali che stanno cercando di innalzare tra di noi, tra gli esseri umani. E sono queste che bisogna abbattere.”