George Floyd, Bundesliga minaccia sanzioni per giocatori. La FIFA dice no

Roma, George Floyd
Foto: Instagram AS Roma

Diversi calciatori della Bundesliga manifestano a favore di George Floyd e la FIFA ha chiesto buonsenso alla Federazione sul comportamento dei tesserati

L’argomento che sta destando maggiori discussioni a livello mondiale è la morte di George Floyd. Una querelle che è arrivata a coinvolgere anche il mondo del calcio.

Nel corso dell’ultimo weekend, in Bundesliga (unico top campionato europeo in corso) diversi calciatori hanno deciso di manifestare in favore dell’uomo americano ucciso da un poliziotto negli Stati Uniti. Da McKennie dello Schalke 04 con la fascia di capitano in suo onore fino ad arrivare alle esultanze di Jadon Sancho, Marcus Thuram e Achraf Hakimi.

In Germania, la Federazione starebbe pensando di sanzionare i calciatori che sostengono il pensiero in favore di Floyd ma è arrivata nelle scorse ore una nota della FIFA che chiede ‘buonsenso’ sul comportamento tenuto dagli atleti di colore su questa vicenda.

Anche in Italia ed Inghilterra ci si sta mobiltando sulla vicenda: Roma, Liverpool, Chelsea  e Torino hanno omaggiato Floyd con una foto pubblicata sui social, mentre altri club hanno sostenuto il #BlackOutTuesday andato in scena ieri con un’immagine total black apparsa sui profili ufficiali.

Una questione che tiene banco a livello mondiale e coinvolge anche il mondo dello sport. Ed intanto in America continuano le rivolte da parte dei manifestanti contro la Polizia.