giorgio andreotta calò

Il Pirelli Hangar Bicocca ospita il ritorno di Giorgio Andreotta Calò, che ha fatto riemergere il piroscafo “Città di Milano”

Dalle profondità marine Giorgio Andreotta Calò ha portato alla luce “Città di Milano, il piroscafo che, negli anni ’20, depositava cavi di comunicazione nel Mediterraneo.

Potrebbe interessarti:

La scoperta di questo relitto ha dato vita ad una mostra presso il Pirelli Hangar Bicocca della capitale meneghina.

Essa non si limita soltanto a foto e proiezioni, ma ad un nuovo utilizzo della materia,che si reinventa sempre con il filo conduttore del mare e della navigazione.

L’opera di punta però è sicuramente Volver, una scultura della sua barca veneziana divisa in due con lui che vola sui tetti sospeso da una gru.

I ritrovamenti esposti sono rocce che provengono dalle miniere della Sardegna o dalle lagune di Venezia ed il bronzo di Clessidre e Meduse.

I pali di attracco delle imbarcazioni, erosi dal tempo, sono restaurati e trasformati in arte. Ma la sua ispirazione non si limita al mare.

Molti sono i lavori dedicati alla città, come una stampa stenopeica di 10 metri che chiude l’ingresso al Pirelli come una quinta di teatro, rendendola internamente come una sorta di camera oscura. 

 

Letture Consigliate
Articolo precedenteStasera in tv: Il caso Spotlight, premio Oscar nel 2016
Prossimo articoloOroscopo Paolo Fox, le previsioni di oggi giovedì 21 febbraio: Leone favorito
Avatar
Classe 1987, ho frequentato l’Università degli Studi di Salerno, conseguendo la Laurea di Primo Livello in Sociologia. Ho ottenuto una certificazione di frequenza per il corso di addetto/responsabile Ufficio Stampa e ho partecipato a diversi concorsi letterari, tra cui quello dell'estate 2015 del Circolo degli Artisti Salernitani, che mi è valso un Primo Premio. Lo scorso anno ho pubblicato il mio primo romanzo edito da Writers Editor, intitolato "Amore di papà". Sono un'attivista femminista e sostenitrice dei diritti LGBTIQ e gestisco una pagina Facebook sui diritti delle donne, "Doppia Vu Women Rights". Inoltre, ho il ruolo di segretaria provinciale presso la sezione NIDIL CGIL di Salerno.