Governo: Salvini tenta l’ultima (disperata) mossa



Matteo Salvini Processo

Il leader della Lega Matteo Salvini mette la sua disponibilità sul piatto. In vista delle prossime consultazioni, chiederà a Mattarella un preincarico di Governo

La strada per le nuove consultazioni si fa sempre più corta, lunedì si avvicina e all’orizzonte non sembra esserci una soluzione degna per questo Governo. Mattarella ha dato come termine ultimo il 7 Maggio. Se non si trova una soluzione entro questa data, il Presidente assumerà l’iniziativa, con buona pace di partiti e coalizioni. Queste ultime ore saranno davvero caotiche, e nel caos spunta Matteo Salvini.

Il leader della Lega, infatti, ha in mente una nuova e “disperata” mossa, ai limiti dell’irrealizzabile. Salvini, infatti, vuole convincere Mattarella ad affidargli un pre-incarico di Governo, per guidare l’Italia almeno fino a nuove elezioni. Dietro questa scelta azzardata, c’è molto di strategico.

Il leader del Carroccio sa che le elezioni non saranno fattibili a breve termine. Inoltre, sa che Di Maio vuole votare subito per aggirare la regola del divieto del doppio mandato. Se le elezioni si svolgessero l’anno prossimo, infatti, sarebbe difficile per il leader pentastellato sostenere di non aver governato. A questo punto, quindi, il Movimento sarebbe costretto a farsi da parte.

La strategia, inoltre, non si fonda unicamente sul confronto tra Lega e Movimento 5 Stelle, ma anche su altri alleati, come il PD e Forza Italia. Paradossalmente, i tanto odiati democratici potrebbero ritornare utili alla causa e potrebbero persino appoggiare il pensiero del Carroccio.

 

La mossa, però, è alquanto azzardata e disperata, ed è di difficile attuazione per un motivo fondamentale chiamato Sergio Mattarella. Il presidente della Repubblica, infatti, molto difficilmente garantirà la guida del Paese a chi ha ricevuto il 17% alle ultime elezioni politiche.

Anche questa opzione, dunque, sembra destinata a decadere. Con buona pace di Salvini e dei leghisti tutti.

Leggi anche