Governo: la “tregua” che porta alla rottura del centrodestra

PoliticaGoverno: la "tregua" che porta alla rottura del centrodestra

Il centrodestra si ritrova nuovamente spaccato a metà. E ricominciano le scintille tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. Motivo? Il “Governo del Presidente”

Ogni giorno c’è un cambio di scenario che fa saltare tutti i concetti costruiti precedentemente, tutte le mosse che sono state architettate fino ad allora. Nella partita di Governo, così intricata, oggi è sorta una novità decisiva, che potrebbe spostare gli equilibri in maniera permanente. Tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi e, più in generale, nel centrodestra si sta per consumare una rottura, uno strappo definitivo.

Alla base delle “scintille” nel centrodestra vi è una questione semplice: il “Governo del Presidente”. Berlusconi, infatti, sarebbe intenzionato ad accordare la fiducia a Sergio Mattarella, per l’ennesimo Governo di transizione, con l’Italia costretta ancora a guardare. Cosa assolutamente inaccettabile per Salvini, che ha sempre dichiarato la sua voglia di dare al popolo italiano un Governo degno di questo nome, rispettando le volontà elettorali.

A questo punto, il leader del Carroccio ha un obiettivo chiaro in mente. Il Movimento 5 Stelle, infatti, ha bisogno di supporto per impedire che un atto del genere si compia e troverebbe proprio nel leghista un alleato preziosissimo. Pur di porre fine alle vicende, Salvini sarebbe anche disposto a rompere la coalizione di centrodestra. La soluzione potrebbe garantire, finalmente, un Governo “giusto” agli italiani, dato che la coalizione Movimento 5 Stelle-Lega supererebbe la maggioranza e avrebbe pieno diritto a governare l’Italia.

Ma, come abbiamo potuto notare in questi giorni, i colpi di scena sono sempre dietro l’angolo. Prima di esultare, quindi, gli italiani dovrebbero aspettare l’effettiva conferma, che può avvenire solo ad accordo avvenuto.

Antonio Jr. Orrico
Studente al terzo anno di Scienze della Comunicazione, con una passione innata per il giornalismo, per la scrittura, per la lettura e per la musica.

Covid-19

Italia
54,866
Totale di casi attivi
Updated on 23 July 2021 - 17:49 17:49