Hamilton, Fia e Mercedes condannano gli insulti razzisti

Prima PaginaHamilton, Fia e Mercedes condannano gli insulti razzisti

Il comunicato congiunto della Fia e della Mercedes per le gravi offese razziste rivolte ad Hamilton: “Casi inaccettabili e da eliminare”

Lewis Hamilton è sinonimo di inclusività. Il pilota della Mercedes combatte da anni contro episodi di razzismo e discriminazione. Fu un grande sostenitore del movimento Black Lives Matter, scendendo anche in piazza a manifestare.

Si è sempre schierato dalla parte dei più deboli, dandogli una mano. Questa volta la vittima è lui. Nel mondo dello sport non vorremmo mai parlare di episodi simili, ma purtroppo i “quattro scemi” ci sono ovunque e si deve fare in modo che siano sempre meno, per non macchiare il vero senso della sana rivalità.

“Durante e dopo il Gran Premio di Gran Bretagna di ieri, Lewis Hamilton è stato oggetto di molteplici casi di insulti razzisti sui social media dopo una collisione in gara. La Formula 1, la FIA e il Mercedes-AMG Petronas F1 Team condannano questo comportamento nel modo più risoluto possibile. Queste persone non hanno posto nel nostro sport e chiediamo che i responsabili siano ritenuti responsabili delle loro azioni. La Formula 1, la FIA, i piloti e le squadre stanno lavorando per costruire uno sport all’insegna della diversità e dell’inclusività, questi casi inaccettabili di offese online devono essere evidenziati ed eliminati”.

Antonio Salomone
Antonio Salomone, giovane ragazzo del 1997 che cerca di fare della sua passione un lavoro. Amante di tutto ciò che rotola, aspirante giornalista sportivo. Laureato in Scienze della Comunicazione.

Covid-19

Italia
66,257
Totale di casi attivi
Updated on 26 July 2021 - 01:53 01:53