Hardcore, attraverso gli occhi del protagonista



Hardcore, da oggi nelle sale italiane il film del trentenne regista russo che, dopo aver firmato due videoclip con la GoPro, si è ritrovato sbalzato nel mondo del cinema a capo di un progetto davvero sconvolgente

Hardcore – Dopo le geniali creazioni di Ridley Scott, le intuizioni di Spielberg, adesso arriva l’ambizioso progetto del trentenne russo Ilya Naishuller. Ogni generazione ha un film che cambia tutto per sempre”, sarà proprio il caso di Ilya Naishuller? Il film Hardcore sarà la svolta decisiva nel mondo del cinema?

Hardcore, si presenta come una promessa nel futuro della settima arte per la presenza di immagini tutte in soggettiva, ovvero viste attraverso gli occhi virtuali di un personaggio che lo spettatore non vede mai, ma che è come se agisse in sua vece. Girate con una moltitudine di GoPro indossabili, quasi tutte le scene ci mostrano una strage continua di sicari, il modo di sparare, lanciare bombe o compiere imboscate è esattamente quello che un giocatore vede manovrando la sua console in un videogame.

hardcore Con la differenza che lo spettatore al cinema non può interagire col film, o almeno fino ad ora.  Molti parlano di invasione del cinema da parte dei videogame e in senso lato è la verità. Numerosi sono i film tratti da videogiochi come: Super Mario Bros, Tomb Rider e Assassin’s Creed, la differenza sostanziale è che quello di Ilya Naishuller è “pensato come” un videogioco.

L’imminente rivoluzione del cinema risiede, molto probabilmente nella VR “realtà virtuale”. Grandi nomi stanno lavorando di film in VR come: Steven Spielberg e Ridley Scott. La VR è una tecnologia che riproduce in parte gli effetti delle sale Imax e Omnimax, però in modo assai più oltranzista e sostituisce le ipotesi del cinema per ologrammi.

In realtà la VR esiste da decenni, ma di recente ha conosciuto sviluppi enormi. Come fa “Hardcore!”, anch’essa intende mettere lo spettatore al centro dell’azione, però in modo del tutto diverso dal film russo-americano. Con la VR, anziché osservare voleremo sul cielo di New York accanto a Spider Man ed esploreremo le galassie lontane di Star Wars. Sembra un sogno non è vero? Per entrare nella realtà virtuale lo spettatore dovrà indossare un HMD: un casco montato sulla testa con cui potrà esplorare lo spazio virtuale dove si svolge l’azione guardandosi intorno. Il vero protagonista diviene lo spettatore stesso. Ad oggi in qualsiasi film, il nostro punto di vista è stato imposto dal regista, come è normale che sia, ma con questa straordinaria innovazione potremo esplorare i dintorni dell’azione principale, guardando quel che desideriamo, senza strutture o barriere.

Leggi anche